Questo sito contribuisce alla audience di

Camomilla

Ingredientierbe e spezie

Camomilla

CARATTERISTICHE

La camomilla è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Composite, utilizzata in erboristeria e fitoterapia come antinfiammatorio, antibatterico e blando sedativo.
È nota commercialmente come camomilla comune (dalla Matricaria recutita) e camomilla romana (dall'Anthemis nobilis): la prima spontanea e maggiormente diffusa, la seconda derivata solo da coltivazioni e di importazione.
Le foglie della camomilla sono irritanti per la cute, quindi se ne utilizza soltanto il capolino completo di petali.

STAGIONE

maggio, giugno, luglio, agosto.

MESE MIGLIORE

agosto.

PROPRIETÀ NUTRITIVE

La camomilla ha spiccate proprietà spasmolitiche, antinfiammatorie ed antibatteriche. Il decotto dai fiori è indicato per il trattamento esterno di infiammazioni, acne, congiuntivite, pelle irritata e ferite, mal di gola e gengiviti. Se assunto come infuso serve a mitigare i disturbi gastrointestinali. La classica tisana si usa come blando sedativo per combattere insonnia e stati d'ansia.

PARTE EDIBILE

30 %

CALORIE

0 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

Preferire i fiori interi di camomilla alle bustine, da acquistarsi in erboristeria.

COME CONSERVARE

Conservare i capolini di camomilla essiccati in un barattolo a collo largo e a tenuta stagna, in ambiente asciutto (tipicamente un ripiano della cucina).

COME PULIRE

Staccare il capolino della camomilla dallo stelo erbaceo della pianta, farlo essiccare per intero per almeno 15 giorni, oppure dopo la raccolta togliere le foglioline e successivamente frammentare la parte gialla dell'infiorescenza.

PRINCIPALI METODI DI COTTURA

-

DOSI PER PERSONA

1 cucchiaio di fiori

NOTE

-

APPROFONDIMENTI



www.lospicchiodaglio.it