Questo sito contribuisce alla audience di

Palamita

Ingredientiprodotti della pesca

CARATTERISTICHE

La palamita è un pesce azzurro di mare, diffusa nel mar Mediterraneo, nel mar Nero e nell'Oceano Atlantico del nord. E' molto comune nei mari italiani. E' della famiglia dei Tunnidi.

Ha un corpo robusto e affusolato, e si distingue per le caratteristiche pinne dorsali in cui la prima è più alta della seconda. Ha il dorso azzurro e striature oblique di colore scuro che partono dal ventre e arrivano sul dorso.

Ha dimensioni grandi, arriva a misurare 80 cm per 10 Kg di peso, ma gli esemplari più comuni sono fra i 2 e i 4 Kg. Gli esemplari più piccoli, attorno ai 30 cm, vengono venduti interi, quelli più grossi in tranci.

La palamita ha carni sode, saporite, rosate e poche spine. E' un ottimo sostituto del tonno.

STAGIONE

gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, dicembre.

MESE MIGLIORE

-

PROPRIETÀ NUTRITIVE

La palamita è ricca di sali minerali, fra i quali sodio, potassio, calcio, fosforo e vitamina A, ha un buon tenore in proteine.

PARTE EDIBILE

90 %

CALORIE

160 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

Se si acquista la palamita in tranci, questi devono avere un odore delicato, gradevole, non ammoniacale. L'aspetto deve essere compatto, brillante, di colore vivo, completamente privo di striature rosse, che ne denotano poca freschezza.

Se si acquista la palamita intera, deve avere un odore delicato, gradevole, non ammoniacale. L'aspetto deve essere brillante, il corpo rigido e sodo, le squame aderenti. Le branchie devono essere rosa-rosse, l'occhio vivo e sporgente con la pupilla nera, non arrossata. La pancia non deve risultare gonfia.

COME CONSERVARE

La palamita, come tutti i pesci, deve essere consumato o congelato il prima possibile.

Se si acquista la palamita intera deve essere eviscerata e lavata accuratamente sotto acqua corrente. Quindi è possibile conservarla in frigorifero, ben coperta da pellicola alimentare o chiusa in un sacchetto freezer, per 1 o 2 giorni al massimo.

Se si acquista la palamita in tranci deve essere lavata accuratamente sotto acqua corrente. Quindi è possibile conservarla in frigorifero, ben coperta da pellicola alimentare o chiusa in un sacchetto freezer, per 1 o 2 giorni al massimo.

In entrambi i casi, se è molto fresca, è possibile anche congelarla, a -18°C, in appositi sacchetti ben chiusi, avendo l'accortezza di eliminare quanta più aria possibile. Si può così conservare 3 mesi.

COME PULIRE

Se si acquista la palamita intera, eliminare le interiora, incidendo il dorso sotto le branchie, ed estraendole. Tagliare le pinne con delle forbici robuste. Se occorre eliminare le squame farlo passando il coltello dalla coda verso la testa. Sciacquare abbondantemente sotto acqua corrente.

Se si acquista la palamita in tranci è sufficiente sciacquarli sotto acqua fresca corrente.

PRINCIPALI METODI DI COTTURA

In umido o al forno. E' un ottimo sostituto del tonno e si presta alle medesime preparazioni.

DOSI PER PERSONA

200 g oppure un trancio

NOTE

-

APPROFONDIMENTI



www.lospicchiodaglio.it