Questo sito contribuisce alla audience di

Baci Perugina spegne 90 candeline

News Articoli

Baci Perugina spegne 90 candeline

Il famoso cioccolatino si appresta a celebrare i suoi 90 anni di storia e di successi

Una storia lunga 90 anni. Un cioccolatino diventato nel tempo una vera e propria “icona” della storia dolciaria italiana grazie alla sua capacità di reinventarsi, di stupire, di modificare il linguaggio dell’amore e di anticipare i gusti dei suoi estimatori in Italia e all’estero.
Simbolo dell’amore romantico, il Bacio Perugina ha tutti i numeri per essere considerato un ”mito”:

  • 300 milioni è la quantità di Baci venduti ogni anno;
  • 1.500 i Baci prodotti al minuto;
  • 55 i Paesi in cui viene esportato;
  • Messi tutti in fila i Baci Perugina venduti finora, farebbero 10 volte il giro della terra!
  • Oltre 18.000 chilometri il cartiglio utilizzato per le celebri fasi, pari alla distanza che copre la tratta Perugia – Melbourne

 

Da “Cazzotto” a Bacio
Il Bacio Perugina entra nelle case degli italiani nel 1922. Il nuovo cioccolatino prende forma nelle mani di Luisa Spagnoli, l’intraprendente moglie di uno dei quattro fondatori della Perugina, che cercava un sistema per utilizzare la preziosa granella di nocciole, derivata dalla lavorazione di altri prodotti: gianduia guarnito da una nocciola intera e ricoperto di cioccolato fondente Luisa. Nato con un nome ben lontano dalla poesia che lo circonda, “Cazzotto”, a causa della sua forma irregolare e tozza, che ricorda la nocca di una mano, fu poi ribattezzato da Giovanni Buitoni “Bacio”. L’imprenditore trovò maliziosamente più simpatico per un consumatore chiedere un bacio piuttosto che un cazzotto a chi si apprestava a esaudire una sua richiesta.
Negli anni ’30 vengono introdotti i cartigli, la cui invenzione si deve alla vulcanica mente di Federico Seneca, allora direttore artistico di Perugina, che ebbe l’intuizione di aggiungere al piacere del cioccolato quello di un messaggio che veicolasse affetto, calore, simpatia, insomma tutte le facce dell’amore, rendendo così il Bacio Perugina unico ed inconfondibile messaggero d’amore.
Con un esplicito riferimento a un altro “Bacio”, il dipinto di Hayez, Federico Seneca ideò anche la scatola blu e argento con la coppia che si bacia sotto una pioggia di stelle.
Da allora, questa scatola ha accompagnato con sorprendente duttilità i miti amorosi che cambiavano: Rodolfo Valentino, Clark Gable, Frank Sinatra e Vittorio Gassman primi testimonial degli spot televisivi. Fino ad arrivare agli anni ’70 che videro i Baci Perugina strettamente legati a Love Story, film simbolo dell’amore in quel periodo. Fu infatti studiata una confezione ad hoc che univa il libro e la colonna sonora alla famosa scatola di cioccolatini.

Baci Perugina: un linguaggio universale di amore e romanticismo
I Baci Perugina hanno subito diverse trasformazioni, cambiamenti significativi che racchiudono la strategia di comunicazione del brand.
La prima importante rivoluzione arriva negli anni ’80. Cambia il linguaggio: diventa più moderno e disimpegnato per raggiungere un target giovane e, con queste premesse e intenzioni, nasce il tubo, una confezione che incontra il gusto dei teenager che, conquistati dalla celebre campagna pubblicitaria televisiva “Tubiamo…?”, cominciano a introdurre nel loro linguaggio il verbo “tubare” come sinonimo di piacersi.

Dello stesso periodo è il barattolo finestrato, un packaging che vede i Baci Perugina diventare prodotti dedicati anche all’autoconsumo. Negli anni 90 è poi la volta della BaciBall, che apre le porte del Natale ai
Baci Perugina che trasmettono la voglia di comunicare amore in occasione della festa più bella dell’anno. Contemporaneamente nasce Voglia di Baci, un cubo pieno di piccoli Baci che una volta aperto diventa un comodo vassoio a forma di fiore, pensato per il consumo famigliare, come recitava il claim “A casa aspettano un bacio”.
Nel 2006, parte il Baci Tour, con il claim “Dillo con un Bacio”: una particolare campagna multimediale che coinvolge la gente comune. Una manciata di secondi sotto i riflettori per persone che possono esprimere, senza copioni, i loro sentimenti più profondi.
A partire da settembre 2009, Baci Perugina dà la possibilità a tutti i romantici d’Italia di diventare Autori dei messaggi che verranno stampati nei cartigli, diventando così protagonisti nello scrivere parte della storia della marca. Una grande iniziativa che ha preso il nome di Progetto Piacere d’Autore, capace di raccogliere più di 40 mila frasi; giudice d’eccezione lo scrittore dell’amore Federico Moccia.
Le 15 frasi scelte dal celebre autore sono state poi inserite nei Baci Perugina a partire dal mese di dicembre 2010.

In occasione di San Valentino 2009, Baci Perugina ha intrapreso una nuova attività di comunicazione sul web, invitando tutti a visitare il sito per sostenere Giovanni, un ragazzo innamorato che avrebbe realizzato il suo sogno, baciare la sua vicina di casa Gaia, solo se fossero stati in 50.000 a chiederlo, mandandole e-mail d’amore. E chi se non Baci Perugina, grande supporter di affetti e relazioni, poteva sposare questa causa?
In 10 giorni sono stati attirati più di 150.000 visitatori addizionali sul sito Baci Perugina, mentre 50.000 sono le mail inviate e 30.000 contatti su You Tube e MSN. Inoltre, ulteriori 5.200 fan si sono dati appuntamento su Facebook. Grazie a tutti loro, alla fine, come nelle più belle storie d'amore, Giovanni ha potuto coronare il suo sogno.
La campagna San Valentino Baci Perugina 2009, realizzata da Armando Testa e Testawebedv, ha ottenuto un grande successo aggiudicandosi il Leone d’Oro di Cannes nella categoria Media Mix, premio che conferma la capacità del Brand Baci Perugina di innovare nella comunicazione e nelle modalità di coinvolgimento dei propri consumatori.

Nella campagna 2010 Baci propone l’evento “Baci senza Frontiere”, iniziativa che ha portato nella piazze di Milano e Napoli gli innamorati che si sono sfidati in una vera e propria gara di baci. In contemporanea anche a Perugia il bacio è stato protagonista: il cartiglio più lungo del mondo, 200 metri, è stato srotolato per ospitare le frasi d’amore degli innamorati.
Nel 2011 i celeberrimi Baci Perugina si sono presentati a San Valentino con una romantica promozione dedicata agli innamorati di tutte le età: “Ciak si bacia”. Gli appassionati di Baci Perugina hanno potuto godere di un’iniziativa unica ed esclusiva: 10 fortunate coppie sono state invitate alle riprese del film Lezioni di Cioccolato 2 in cui hanno potuto sperimentare di persona il dietro le quinte, godersi i retroscena e assistere alle riprese in un vero set cinematografico. Protagonista del film, il nuovo Baci Perugina Bianco, l’ultima novità di casa Perugina.
Perugina coinvolge la gente comune, amplificando così il meccanismo di immedesimazione dei consumatori
con il prodotto e creando claim che poi sono entrati a far parte del linguaggio comune: “Un bacio, cosa vuoi dirmi”? e “Quando vuoi dire… dillo con un Bacio”.
Il claim “Chi ama, Baci”, sviluppato in occasione del San Valentino 2011, accompagna i Baci anche nel 2012.
Tra le altre iniziative di comunicazione interessanti ricordiamo il Jumbo Alitalia brandizzato “Baci dall’Italia. Baci da Alitalia” che ha volato sulla tratta Roma-New York, in occasione dell’ottantesimo compleanno dei Baci, e la creazione del BaciOne, entrato nel Guinness come il cioccolatino più grande del mondo grazie ai suoi 7 metri di circonferenza, mt. 2.15 di altezza e ai suoi 5.980 Kg.

L’evoluzione di un prodotto mito: Baci Perugina Bianco
Nel 2011 Baci Perugina si rinnova per stupire tutti i suoi fan: dopo il Bacio Perugina, ambasciatore universale d’amore, arriva Baci Perugina Bianco. La forma è quella inconfondibile del Bacio, ma è sotto l’involucro blu tempestato dalle inconfondibili stelle di Baci Perugina, che si svela la novità: un cioccolatino candido ricoperto da uno strato di finissimo cioccolato bianco e un cremoso ripieno di gianduia e granella di nocciola, sormontato dalla croccante nocciola intera.
Non mancano le novità anche per i cartigli, i celebri messaggini che avvolgono ogni singolo Bacio; per Baci Perugina Bianco si rinnovano e raccontano la bellezza delle emozioni inattese, proprio come... un Bacio che non ti aspetti.

Il mito è sul web: un successo anche social
Le scelte innovative che hanno caratterizzato il successo di Baci Perugina hanno trovato piena espressione nella creazione del sito internet www.baciperugina.it, che si conferma uno dei siti di prodotto di maggior successo sul web. Ma l’effetto “Bacio” non finisce qui: il famoso cioccolatino ha contagiato anche Facebook, il popolare Social Network, grazie a una fan page, “Baci Perugina fun club” dedicata agli amanti dell’amore e delle emozioni vere, che conta oltre 1.000.000 di fan!
La pagina Facebook di Baci Perugina Bianco ha raggiunto più di 115.000 fan in meno di tre settimane.
Tutto ciò conferma ancora una volta che per gli italiani i Baci Perugina rappresentano molto più di un semplice cioccolatino, sono un vero e proprio simbolo, anche digital.

di Barbara Farinelli, pubblicato il 22/10/2012


www.lospicchiodaglio.it