Questo sito contribuisce alla audience di

Il 30 ottobre all'enosteria Cap'alice torna "Storie di Vini e Vigne"

News Eventi passati

Il 30 ottobre all'enosteria Cap'alice torna "Storie di Vini e Vigne"

Riprende giovedì 30 ottobre il format "Storie di Vini e Vigne" all'enosteriatipicanapoletana Cap'alice.

La seconda edizione ricomincia con due mini verticali dell'Etna bianco superiore Pietramarina di Benanti e dell'Etna rosso Outis di Ciro Biondi. Due vini cult italiani raccontati dai produttori in persona che sono anche grandi amici nella vita.

Dell'Etna bianco superiore Pietramarina ci saranno le annate 2008, 2005, 1995. Il carricante che dà vita a questo vino proviene dai vecchi alberelli, età media ottant’anni, ad una altitudine di 950 mt. sul livello del mare, in contrada Caselle, nel comune di Milo, sul versante est del vulcano – il più vocato per i bianchi.

Outis è prodotto con le tipiche uve dell'Etna rosso, nerello cappuccio e nerello mascalese, provenienti da contrada Ronzini nel comune di Trecastagni, sul versante orientale, a 650 mt. di altitudine. In degustazione le annate 2013, 2012, 2000.

Ma anche Etna rosso Cisterna Fuori 2011, dalla vecchia vigna omonima, a forma di anfiteatro, allevata ad alberello tra i 620 e gli 800 metri di altitudine. Ciro Biondi vende i suoi vini quasi esclusivamente all'estero e questa rappresenta una preziosa occasione per degustarli e per conoscere questo produttore tanto coraggioso ed appassionato. La sua è la terza generazione di produttori che con il proprio impegno ha scritto la storia del vino etneo.

La degustazione sarà condotta da Marina Alaimo

Per maggiori informazioni:
"Storie di Vini e Vigne" sul blog di Luciano Pignataro

di Francesca Barzanti, pubblicato il 29/10/2014


www.lospicchiodaglio.it