Questo sito contribuisce alla audience di

Lasagne al forno alla Bolognese

Ricette primi piatti carne

Lasagne al forno alla Bolognese


Le lasagne al forno, chiamate spesso anche lasagne alla Bolognese, sono un ricco e gustoso piatto tipico della cucina Emiliana preprato con sfoglie di pasta all'uovo, ragù, besciamella e Parmigiano.

Le lasagne al forno alla Bolognese sono un primo piatto molto ricco, nutrizionalmente completo, spesso per questo servito come piatto unico oppure in occasione di feste e ricorrenze speciali.

Le lasagne al forno alla Bolognese possono essere preparate un giorno prima, cotte e lasciate in frigorifero fino al momento di gratinarle. Ottime, se avanzano, anche il giorno dopo, scaldate nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tendono a scurirsi troppo coprirle con la carta stagnola.

INGREDIENTI

Per lessare le lasagne

INFORMAZIONI

  • 8 persone
  • 580 Kcal a porzione
  • difficoltà difficile
  • pronta in 2 ore
  • si può preparare in anticipo
  • si può mangiare fuori

In quanti siete?

Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

    

PREPARAZIONE

  • Con 500 g di pasta all'uovo si realizzano in genere 5 strati in una teglia di 35x25 cm, sufficiente per 8 persone. Dopodichè ci possono essere delle variazioni dovute allo spessore della sfoglia. Per una riuscita perfetta ci vuole un po' di esperienza.
  • La preparazione della lasagna inizia sempre con il ragù che vi consiglio di preparare con la nostra ricetta base, preferibilmente un giorno prima in modo da averlo pronto al momento di assemblare la lasagna. Per preparare 1 Kg di ragù utilizzare mezzo chilo di carne. Metterlo a scaldare a fuoco basso in modo che al momento di utilizzarlo sia bello caldo.
  • Preparare e stendere la pasta all'uovo secondo la nostra ricetta base. Per ottenere 500 grammi di pasta occorrono in genere 300 grammi di farina e 3 uova.
  • Tagliare le sfoglie della lunghezza necessaria a foderare la pirofila.
  • In una casseruola bassa, capace di contenere la lunghezza della sfoglia, far bollire l'acqua, salarla e mettervi un filo d'olio.
  • Lessare le sfoglie un minuto per parte, quindi scolarle e metterle ad asciugare su uno strofinaccio pulito.
  • A questo punto il ragù dovrebbe essere bello caldo. Spegnere il fuoco e tenerlo coperto. Non mescolarlo perchè mentre lo si è riscaldato tutta la parte più unta dovrebbe essere venuta a galla e ci servirà come descritto più avanti.
  • Preparare la besciamella secondo la nostra ricetta base.
  • Imburrare la pirofila e cospargerla con "l'unto del ragù", ovvero la parte più superficiale del ragù, che è ricca di olio.
  • Unire ora un filo di besciamella, quindi cominciare a farcire la lasagna.
  • Mettere uno strato di pasta, uno di besciamella, uno di ragù ed una manciata di Parmigiano.
  • Continuare a farcire la lasagna fino ad ottenere 5 strati, terminando con il Parmigiano.
  • Coprire con la carta stagnola ed infornare a 200° C per 30 minuti.
  • Togliere la stagnola, e proseguire la cottura per altri 10 minuti.
  • Se necessario, per ottenere una migliore doratura superficiale, accendere il grill e cuocere per altri 5 minuti.
  • Una volta sfornata, lasciar riposare la lasagna almeno 10 minuti prima di servirla.


PREPARAZIONE CON LA PASTA SECCA

  • La lasagna si può preparare anche con la pasta secca che si acquista già pronta. Bisogna utilizzarne un 30% in meno rispetto alla pasta fresca. Ad esempio, se nella ricetta dovete utilizzare 500 grammi di pasta fresca, ne occorreranno 350 di pasta secca.
  • La pasta secca può essere lessata come indicato per la pasta fresca, oppure condita direttamente. In questo caso tenere la besciamella un po' più liquida e spargerla molto uniformemente affinché ricopra bene tutta la pasta.

STAGIONE

Ricetta per tutte le stagioni.

AUTORE

Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

I suggerimenti di barbara

Al tempo di preparazione indicato è necessario aggiungere quello di preparazione del ragù (3 ore e mezzo). La preparazione complessiva è di circa 5 ore. Per questo è consigliabile preparare il ragù il giorno prima.

La lasagna al forno alla Bolognese già cotta si può congelare, si conserva così per 3 mesi circa. Per scongelarla lasciarla 6 ore in frigorifero, oppure utilizzare il microonde. Prima di gustarla scaldarla nel forno a 200°C per 15 minuti circa.

 


www.lospicchiodaglio.it



Ti potrebbero interessare anche:


11 commenti su questa ricetta

Barbara Farinelli ha detto:
@Pablo: bravissimo per averla preparata! Un bacio ai cucciolotti.

Pablo ha detto:
Volevo cucinare qualcosa di tipico per i miei cuccioli e per caso mi sono ritrovato su questo ottimo sito di ricette, si stanno leccando ancora i baffi con questa ricetta.

Barbara Farinelli ha detto:
@barbara: grazie a te! :-*

barbara ha detto:
Mi ritengo una brava cuoca anche perché cucino con grande passione. Però si può sempre imparare e la ricetta delle lasagne con il suggerimento di non mescolare il sugo riscaldato per poi mettere l'unto del ragù sul fondo è eccezionale. Grazie di cuore

Barbara Farinelli ha detto:
@Sarina: si può congelare una volta cotta. Al momento di mangiarla la scongeli la sera prima mettendola nel frigo e poi la riscaldi nel forno. Si può anche scongelare nel microonde, ma è bene sempre scaldarla in forno perchè si forma la crosticina superficiale ed è molto più buona!

Sarina ha detto:
Ma quando dici che si può congelare e poi riscaldare, intendi congelarla cruda o cotta?? Non capisco bene cosa intendi per "riscaldare"...

Barbara Farinelli ha detto:
@Ristorante Monteveglio: conosco molto bene Monteveglio... essendo nata a Bazzano! :-) Ottima la versione con le ortiche, che ho mangiato spesso, soprattutto da piccola. Andavo a raccogliere le ortiche con la mia dada Eva lungo il Samoggia, che scorreva proprio dietro casa mia. Passerò sicuramente ad assaggiare le vostre ;-)

ha detto:
Questa è la ricetta della tipica Lasagna Bolognese della tradizione; tuttavia esistono diverse varianti sul territorio della nostra Provincia. Nel nostro Ristorante a Monteveglio, una località dei Colli Bolognesi, abbiamo scelto di fare la sfoglia utilizzando l'ortica, riprendendo la tradizione diffusa invece in queste zone: l'ortica è molto semplice da trovare e la sfoglia verde, oltre ad avere più sapore, sicuramente colpisce anche l'occhio!

ha detto:
questo sito è una garanzia. Anche queste mi sono uscite buone, grazie!

Barbara Farinelli ha detto:
@Fabio Romi: grazie! :-) Speriamo allora di farti buona compagnia!

10 commenti su 11
 

Lascia un commento!!!

richiesto

richiesto, non sarà pubblicato

il tuo sito web