Questo sito contribuisce alla audience di

Parmigiana di pasta

Ricette primi piatti verdura

Parmigiana di pasta


La parmigiana di pasta è una gustosa variante delle melanzane alla parmigiana, realizzata con melanzane grigliate, pomodoro, Parmigiano e un formato di pasta molto grande, come ad esempio i paccheri.

La parmigiana di pasta può essere ulteriomente arricchita da fettine di provola o di mozzarella fiordilatte molto ben asciugata. E' un piatto ricco e completo, adatto ai giorni di festa.

INGREDIENTI

Per la preparazione del sugo

Per cuocere le melanzane

Per completare la preparazione

INFORMAZIONI

  • 6 persone
  • 350 Kcal a porzione
  • difficoltà media
  • pronta in 1 ora
  • ricetta light
  • si può preparare in anticipo
  • si può mangiare fuori

In quanti siete?

Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

    

VARIANTE VEGETARIANA

Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

Utilizza un formaggio da grattugia vegetariano al posto del Parmigiano Reggiano. Per una variante vegan utilizza il pangrattato al posto del Parmigiano per gratinare.

PREPARAZIONE

  • Tritare molto finemente la cipolla, spremere l'aglio con l'apposito spremiaglio oppure tritarlo molto finemente.
  • Mettere in un pentolino l'olio, la cipolla e l'aglio tritati e cospargerli uniformemente sul fondo.
  • Portare il pentolino sul fuoco e far soffriggere per 4-5 minuti a fiamma molto dolce. Attenzione, l'aglio non deve assolutamente bruciare altrimenti il sugo avrà un sapore amaro.
  • Alzare la fiamma, unire la passata di pomodoro, un pizzico di sale, una macinata di pepe e l'origano. Mescolare bene, lasciare che riprenda il bollore e cuocere per 30 minuti a fiamma dolce, coperto.
  • Trascorso il tempo indicato verificare che il sugo si sia ristretto a sufficienza. Non deve essere acquoso. In caso prolungare di poco la cottura senza coperchio.
    Nel frattempo lavare le melanzane e tagliarle a fettine di 1 cm circa. Unire poco sale fino in superficie e metterle in un colapasta per 10-15 minuti circa ponendole in verticale, in modo da favorire il flusso del liquido di vegetazione.
  • Trascorso il tempo indicato disporle su uno strofinaccio pulito e tamponarle per eliminare il siero in eccesso.
  • Scaldare la piastra in ghisa sul fuoco, ungerla con un filo d'olio ed asciugarla bene con carta da cucina.
  • Grigliare le melanzane da entrambi i lati per un totale di 7-8 minuti circa, fintanto che non saranno ben cotte.
  • Metterle in un piatto man mano che sono pronte finché non si saranno cotte tutte.
  • Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente. Metterla in una ciotola e condirla con un filo d'olio, mescolando bene in modo che non si attacchi.
  • Ungere una capace pirofila (io ne utilizzo una 25x35 centimetri) e disporre sul fondo uno strato di pomodoro. Disporre metà delle melanzane, un velo di pomodoro, una manciata di Parmigiano, un filo d'olio, quindi disporre la pasta. Condire anch'essa con pomodoro, Parmigiano ed un filo d'olio, quindi disporre le restanti melanzane. Condire con il restante pomodoro, Parmigiano e terminare con un filo d'olio.
  • Cuocere nel forno preriscaldato a 200°C per 25-30 minuti circa, accendendo a fine cottura per qualche minuto il grill se dovesse servire per gratinare meglio la preparazione.
  • Servire tiepido.

STAGIONE

Giugno, luglio, agosto, settembre.

AUTORE

Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

I suggerimenti di barbara

Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola.

E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


www.lospicchiodaglio.it



Ti potrebbero interessare anche:


2 commenti su questa ricetta

Barbara Farinelli ha detto:
@valentina: ciao Valentina, il Parmigiano Reggiano NON è un formaggio vegetariano. A dire il vero molti formaggi non sono vegetariani, per l'esattezza sono tutti quelli che utilizzano caglio animale. Per ottenerlo è infatti necessaria l’uccisione dell’animale, esattamente come per ottenerne la carne. Non si tratta quindi di un derivato come il latte o come le uova. Per questo il Parmigiano non è considerato un formaggio vegetariano. Si possono trovare delle alternative al Parmigiano che utilizzano caglio vegetale. Purtroppo delle liste ufficiali non ci sono, ma in internet potrai trovare numerose liste realizzate da volenterosi vegetariani che chiamano i produttori per farsi dare indicazioni sul tipo di caglio utilizzato.
Di tutto questo puoi trovare chiarimenti e riscontri sul sito della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana a questo link: www.scienzavegetariana.it

valentina ha detto:
Non lo ancora provata ma sembra squisita!! solo un appunto... nel riquadro della variate per vegetariani, la frase "formaggi vegetariani al posto di parmigiano", non significa nulla... forse si intendeva vegani. Comunqua solo la foto porta acquolina in bocca!! proverò sicuramente!

2 commenti su 2
 

Lascia un commento!!!

richiesto

richiesto, non sarà pubblicato

il tuo sito web