Questo sito contribuisce alla audience di

Tagliatelle con sugo di funghi porcini

Ricette primi piatti verdura

Tagliatelle con sugo di funghi porcini

INGREDIENTI

INFORMAZIONI

  • 2 persone
  • 390 Kcal a porzione
  • difficoltà facile
  • pronta in 45 minuti
  • ricetta vegetariana
  • ricetta light
  • si può preparare in anticipo

In quanti siete?

Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

    

VARIANTE VEGAN

Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

Utilizzare tagliatelle di semola al posto di quelle all'uovo.

PREPARAZIONE

  • Pulire i funghi porcini rimuovendo la parte terrosa delle radichette e lavandoli brevemente sotto acqua fresca corrente. Affettarli.
  • Pelare la cipolla rimuovendo lo strato esterno di consistenza cartacea e tritarla molto finemente.
  • In una padella mettere l'olio e la cipolla. Portarla sul fuoco e far soffriggere a fiamma dolce fintanto che non si sarà ben dorata.
  • Unire un mestolino di brodo, un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocere coperto per 5 minuti.
  • Trascorso il tempo indicato scoperchiare ed aggiungere i funghi. Mescolare, aggiungere un pizzico di sale e poco brodo vegetale e cuocere per 5 minuti.
  • Aggiungere il pomodoro in pezzi. Se si utilizzano i pelati spezzettarli.
  • Aggiungere al pomodoro un pizzico abbondante di sale, una punta di zucchero, una manciata di origano, lasciar riprendere il bollore e lasciar sobbollire a fiamma bassa per 15 minuti circa, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
  • Lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarle, accendere il fuoco nella padella del condimento.
  • Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto, girando di frequente.
  • Servire immediatamente con un filo d'olio a crudo.

STAGIONE

Settembre, ottobre, novembre, dicembre.

AUTORE

Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

I suggerimenti di barbara

Questa pasta è ottima anche al forno. Disporla in una pirofila ben unta d'olio, cospargerla con Parmigiano grattugiato e gratinarla. In questo modo è possibile anche conservarla per un giorno in frigorifero, gratinandola solo poco prima di mangiarla. E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.

Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola.


www.lospicchiodaglio.it



Ti potrebbero interessare anche:


2 commenti su questa ricetta

Barbara Farinelli ha detto:
@egidio: la panna sta molto bene nelle versioni in bianco (senza pomodoro). Puoi provare, ma non sovraccaricare il piatto mettendone troppa. Facci sapere come è venuta!

egidio ha detto:
grazie per la ricetta.......se dovessi aggiungere un po' di panna ?
cosa ne oensate ?
grazie per un commento

2 commenti su 2
 

Lascia un commento!!!

richiesto

richiesto, non sarà pubblicato

il tuo sito web