Questo sito contribuisce alla audience di

5 anni di dieta errata: che rischi corro?

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Salve,
per colpa di problemi personali, somatizzati attraverso l'alimentazione, per un periodo lungo (cinque anni) mi sono alimentato esclusivamente con verdure scondite, sia cotte che crude, e frutta, rinunciando ad elementi come pane, pasta, carne, pesce e condimenti vari (anche olio), e ovviamente dolci.
A questo ci ho associato un'attività fisica piuttosto intensa, che mi ha portato ad avere un IMC 18,5 (altezza 1,73 - peso 56 Kg) e anemia megaloblastica. Precisato che non seguo più quel tipo di alimentazione, sono molto preoccupato per i rischi che corro adesso, visto che ho letto che un comportamento del genere potrebbe causare SLA giovanile (ho trent'anni).

Grazie
Francesco da Milano


Risposta

Ciao Francesco,

sì, effettivamente in quei 5 anni hai costretto il tuo corpo a lavorare in pessime condizioni. Ora è importante continuare ad alimentarti correttamente utilizzando tutti gli alimenti che abbiamo a disposizione sia di origine animale che vegetale.

Non c'è assolutamente nessuna relazione tra la tua storia alimentare ed una patologia così complessa quale la SLA. Si sa molto poco della fisiopatogenesi di questa malattia. Di sicuro c'è una genetica alterata e attualmente la ricerca ha evidenziato che forse potrebbero essere coinvolti alcuni virus, oppure tossine, oppure familiarità nel gene per l'enzima rame-zinco superossidodismutasi.

Non vedo motivo di preoccupazione, se non che una condizione estrema di sottopeso e malnutrizione.

Un caro saluto
Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Eritema solare: meglio prevenire che curare

Cosa fare e non fare prima durante e dopo una scottatura sotto il sole

Vai all'articolo »