Questo sito contribuisce alla audience di

Alimentazione sana ed equilibrata, come fare?

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Salve, mi chiamo Mario ed ho 22 anni, prima di porvi i dettagli della mia domanda vi do qualche informazione che potrebbe essere utile ai fini di una vostra risposta: altezza 167 cm, peso 58 kg, circonf. addome 81, come attività fisica faccio delle passeggiate a passo svelto di 70 minuti al mattino e 50 la sera e qualche addominale, non ho una vita molto sedentaria ma al momento non posso fare sforzi più pesanti.

Cerco di seguire questa alimentazione, e vorrei sapere se va bene o se potrebbe essere migliorata (vado a occhio, non peso le dosi):

Colazione : Caffelatte (solo 2 cucchiaini di zucchero) con 6 biscotti (i classici frollini).

Ore 10 una mela o un frutto di stagione.

Pranzo: la pasta cerco di non mangiarla tutti i giorni, comunque non più di 100 grammi e mai troppo elaborata e se la mangio a pranzo non mangio pane. Se non mangio la pasta mangio 60 grammi di pane integrale a pranzo con il secondo. Per secondo prediligo carni bianche, carne rossa solo 2 volte a settimana, 3 volte a settimana pesce azzurro (non eccedo con le dosi solo per il pesce a volte supero i 120 g, ma un consiglio sulle dosi mi sarebbe utile) per scelta non mangio carni suine e derivati a parte la bresaola ed il crudo. Per contorno sempre della verdura o qualche ortaggio non troppo elaborato. Non mancano nella dieta i legumi.

Il pomerigio se ho fame mangio un frutto (ma solitamente non ho fame).

Per cena 50 g di pane integrale con insalate, o pomodorini, e magari del tonno sgocciolato o carni bianche, seguita da un frutto.

Più o meno seguo questa alimentazione vorrei chiedervi se va rivista in qualche punto e magari come, io semplicemente non voglio ingrassare, non credo di dover dimagrire.

Aspettando con ansia una vostra risposta vi porgo
Cordiali saluti
Mario


Risposta

Carissimo Mario,

secondo me qualche chiletto in più non le starebbe male, ma non conoscendola è solo un opinione basata sui dati che mi riferisce. Comunque la sua alimentazione segue abbastanza fedelmente le linee guida nutrizionali. Aggiungerei solo una volta a settimana dei latticini o delle uova. Per il pesce un 150 grammi di porzione edibile sono sufficienti per un giusto apporto di nutrienti. In generale, continui così e vedrà che il "peso" sarà sempre suo alleato.

Distinti saluti
Dott. Luigi Schiavo, Caserta



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

La nuova vita dei malati di sclerosi

Diventare mamme e fare sport agonistico fino a ieri erano due sogni impossibili. Oggi non più

Vai all'articolo »