Questo sito contribuisce alla audience di

Consumazione della soia e ipotiroidismo

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Alimentazione e salute

Domanda

Buongiorno, vorrei gentilmente chiederVi un'informazione: ho 29 anni e da circa tre soffro di ipotiroidismo su base autoimmune in cura con Eutirox 50 alternato a 75. Mi è stata riscontrata anche una intolleranza al latte e quindi sostituivo i latticini con prodotti a base di soia. Ad esempio bevevo latte di soia la mattina, a merenda yogurt di soia e spesso, a pranzo e/o cena, utilizzavo tofu o hamburger di soia. Poi mi è stato detto che appunto la soia può interferire con l'assorbimento del medicinale e peggiorare, in parte, lo stato della tiroide. Vorrei conoscere cosa vi è di vero in tutto questo e se così fosse, cosa potrei usare?

RingraziandoVi anticipatamente, porgo Cordiali Saluti
Elisa da Cremona


Risposta

Salve,

mi permetto di fare una considerazione: ha pensato ad una celiachia?
L'ipotiroidismo su base autoimmune e l'intolleranza al lattosio potrebbero essere due campanelli di allarme per iniziare una ricerca anticorpale per la celiachia.

Ora la soia effettivamente interferisce con il farmaco dato il suo contenuto di isoflavonoidi e di acido fitico. Il consiglio è quello di utilizzare latte di riso per la colazione e degli altri prodotti ridurre il più possibile il consumo. Proteine vegetali si trovano anche nei legumi (fagioli, piselli, fave...)

Cari saluti
Dott.ssa Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Osteopatia pediatrica: che cos'è e cosa cura

Si tratta di medicina preventiva: la 'terapia' per il trauma da parto che il neonato subisce alla nascita oppure la riattivazione del meccanismo di respirazione primario.

Vai all'articolo »