Questo sito contribuisce alla audience di

Da molto tempo ho problemi di digestione notturna. Come fare?

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Buongiorno,

sono un ricercatore e la mia attività lavorativa è soprattutto sedentaria (mediamente rimango alla scrivania per circa 7 ore al giorno). Faccio attività sportiva intensa (calcetto) una volta a settimana ed il fine settimana cerco di fare camminate o muovermi in bicicletta.

Da molto tempo ho problemi di digestione notturna. Spesso durante la notte “sento” lo stomaco rumoreggiare e al risveglio mattutino ho la sensazione di aver mal digerito. Ho fatto una visita gastroenterologia che non ha evidenziato nulla di allarmante, solo un'ernia iatale molto lieve (test per celiachia negativo). Nel passato ho avuto problemi di colite e immagino che il disturbo di cui soffro possa esserne un’evoluzione (ho 40 anni).

La mia alimentazione è sostanzialmente la seguente:

  • A colazione latte senza lattosio (per precauzione, tra l’altro il gusto non mi dispiace) e caffè con il miele, 2/3 fette biscottate integrali con burro e marmellata, 1/2 biscotti
  • A metà mattinata un pacchetto di creker (solo alcuni giorni)
  • A pranzo (tra le 12:00 e le 13:30) un primo o un panino con un succo di frutta al mirtillo ed una frutta
  • Il pomeriggio un caffè o un tè ma solo alcuni giorni
  • A cena (di solito tra le 20:30 e le 21:00) un secondo con contorno (di solito insalata) con una frutta
  • In generale tendo a bere poco, almeno d’inverno.

Dal punto di vista comportamentale credo di dover migliorare alcuni aspetti legati al fatto che a pranzo tendo a mangiare velocemente e la sera mi metto a tavola con un forte appetito (forse mangio un po’ tardi rispetto alle mie esigenze fisiologiche e troppo vicino all’orario in cui vado a dormire) .

Vi scrivo per conoscere un vostro parere e soprattutto avere un consiglio sull’alimentazione.
Ringrazio per l’attenzione e saluto molto cordialmente,
Roberto da Roma


Risposta

Carissimo Roberto,

non vedo particolari errori nell'alimentazione che mi descrive e le difficoltà digestive potrebbero essere la spia di una problematica psico-nutrizionale. Molti miei assistiti infatti riferiscono problematiche simili alla sua e in una percentuale significativa di essi la causa risiede nello stress. Purtroppo da questa sede telematica e senza avere alcun riferimento antropometrico (peso, altezza, composizione corporea in termini di massa grassa e magra) di più non posso dirle ma credo che con qualche piccolo accorgimento qualitativo del suo stile alimentare, la sintomatologia potrebbe migliorare.

Serena giornata
Dott. Luigi Schiavo



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

6 consigli di salute e benessere se sei del Sagittario

Questa donna è delicata e riservata, ma allo stesso tempo testarda e determinata. Ama la mondanità ma si lega per la vita solo a poche persone. Scopri come mantenere il tuo equilibrio.  

Vai all'articolo »