Questo sito contribuisce alla audience di

Dieta per calcoli di urati

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Alimentazione e salute

Domanda

Salve,
ho 29 anni e soffro di calcoli renali di urati da 2, ci sono degli alimenti che devo assolutamente evitare?

Grazie
Massimiliano da Firenze


Risposta

Carissimo Massimiliano,

nel caso di calcoli di urati in genere si deve adottare una correzione alimentare povera di purine, ovvero dovresti limitare la carne e favorire il consumo di pane e pasta, senza chiaramente eccedere se hai qualche chiletto di troppo. Ti consiglio inoltre di consumare costantemente frutta e verdura e di bere delle acque minerali alcaline per compensare la presenza di acido urico e prevenire l'acidificazione delle urine, in quanto l'acidità favorisce la precipitazione degli urati e ti espone a potenziali recidive.

Distinti saluti
Dott. Luigi Schiavo, Caserta



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

6 consigli di salute e benessere se sei dei Pesci

Per essere felice questo segno ha bisogno di essere compreso, di mantenere la sua libertà e poter viaggiare. Ma anche di aiutare gli altri per sentirsi vivo.

Vai all'articolo »