Questo sito contribuisce alla audience di

Ma il digiuno periodico fa bene?

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Buonasera. Ho 35 anni e da qualche mese, periodicamente, faccio una giornata di digiuno (bevendo comunque acqua e tisane depurative) per aiutare gli organi emuntori ad eliminare le tossine. Dalle analisi del sangue ho riscontrato che il valore della Bilirubina è un po' alterato e so che aumenta proprio digiunando. E' consigliato infatti di mangiare poco e spesso. Devo evitare il digiuno? Troppa Bilirubina nel sangue può creare qualche problema?

Grazie
Fabiana da Roma


Risposta

Ciao Fabiana,

credo che il digiuno non giovi a nessuno e a nulla. Il nostro organismo - viceversa - per lavorare bene ha bisogno del giusto, equilibrato e corretto apporto di nutrienti. Normalmente in seguito a digiuno si ha una diminuzione della glicemia, un innalzamento della bilirubina e dell'urea. E' indispensabile mangiare evitando gli eccessi sia in negativo - digiunare - che in positivo - mangiare esageratamente. E' bene garantire il giusto apporto di acqua e fare un adeguato esercizio fisico.

L'aumento della bilirubina plasmatica oltre il valore di 3-4 mg/dl conferisce alla cute e alle sclere un colorito giallastro, definito ittero.

Molti cari saluti
Dott.ssa Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Osteopatia pediatrica: che cos'è e cosa cura

Si tratta di medicina preventiva: la 'terapia' per il trauma da parto che il neonato subisce alla nascita oppure la riattivazione del meccanismo di respirazione primario.

Vai all'articolo »