Questo sito contribuisce alla audience di

Dolce o salato? Qual è il peccato minore?

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Buonasera,

mi chiamo Maury, ho 29 anni, 160 cm x 52 kg... non è troppo, non è poco... nella media diciamo! Cammino su e giù per il bancone del bar otto ore al giorno e in più insegno danza... ma l'età avanza e il metabolismo non è lo stesso dei 20 anni!!!

Ho uno stomaco che non tiene una gran quantità di cibo, per questo mangio più volte al giorno, riesco a controllare abbastanza la situazione... ma soffrendo d'insonnia e mangiando spesso "per colmare il vuoto" (come dicono i dottori della mente!!! hihihi) non posso in quei momenti accontentarmi di un frutto... non ce la faccio proprio... allora mi chiedo quale schifezzuola calorica o peccato di gola è cmq meglio di un altro? Due fette di salame o un pezzo di cioccolata? Sono peggio gli zuccheri o i grassi? E poi, la maionese, che io metterei anche sulle torte è davvero così deleteriaaaa?

Grazie per la vostra risposta e buon lavoro
Maury da Asti


Risposta

Salve Maury,

mi sembra che tu abbia una buona forma fisica mentre per quanto riguarda l'alimentazione sei un po' birichina!

In realtà è difficile dire cosa sia più calorico tra salame e cioccolata o cosa sia meglio tra grassi e zuccheri. Sono due nutrienti da tenere sotto controllo. In questi momenti la scelta spesso è dettata dalla voglie che vengono di questa o quella cosa e difficilmente si riesce ad essere "razionali".
Dovendo dare un consiglio è forse meglio abusare di zuccheri semplici così possono essere meglio smaltiti con attività fisica ed intellettuale. Questi sono infatti utilizzati sia dai muscoli che dal cervello mentre i lipidi - fatta eccezione per alcuni - non sono in grado di oltrepassare la barriera emato-encefalica e quindi essere utilizzati dal cervello.

La maionese potrebbe essere una buona cosa se fatta in casa in modo da prepararla con sani ingredienti: uova, olio extravergine di oliva e limone... ma anche in questo caso un abuso non fa sicuramente bene.

Più che dare consigli in questo senso mi sento invece di darti come indicazione quella di cercare di capire il motivo di queste "scorribande" notturne. Puoi provare da sola o con l'aiuto di un bravo psicologo, sono persone che ci mettono a disposizione tanti occhiali per vedere meglio la realtà. Sta a noi sceglierne un paio che ci vada bene!!!

Il cibo - come stai già sperimentando - non è solo calorie, grassi, proteine e zuccheri ma ha tanti significati antropologici.

Un caro saluto
Dott.ssa Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Osteopatia pediatrica: che cos'è e cosa cura

Si tratta di medicina preventiva: la 'terapia' per il trauma da parto che il neonato subisce alla nascita oppure la riattivazione del meccanismo di respirazione primario.

Vai all'articolo »