Questo sito contribuisce alla audience di

Domanda sulla stagionalità degli alimenti

di Barbara Farinelli

Rubriche La posta dei lettori Alimenti

Domanda

Buon giorno a chi legge.
Cercando dei prospetti sulla "stagionalità degli ortaggi" ho trovato il vostro esauriente elenco.
Mi viene però da chiedervi: la differenza di latitudine tra le nostre regioni potrebbe influenzare la tabella?

Grazie,
Cristina


Risposta

Cara Cristina

No, la differenza non altera la tabella indicata perché, in caso di differenti condizioni climatiche, le merci circolano in Italia piuttosto facilmente a seconda del luogo di produzione. La nostra è una piccola penisola e le merci circolano da nord a sud piuttosto rapidamente, mantenendo buoni costi e permettendoci così di gustare al meglio le nostre specialità italiane. Cosa c'è di meglio a gennaio di una buona arancia di Sicilia? Poi è logico che laddove la zona climatica non è così fondamentale è meglio consumare ortaggi e frutta prodotti localmente, senza però privarsi di ciò che è di stagione.

Quello che invece si sta verificando in questi anni è un cambiamento della stagionalità degli ortaggi e della frutta dovuto a una variazione del clima. Le stagioni di mezzo (autunno e primavera) stanno sparendo. Se l'estate tarda ad andarsene, ad esempio, capita sempre più spesso di avere ottime melanzane a ottobre, e per questo cattivi radicchi a novembre.

La nostra guida è comunque in fase di revisione, per tener conto di alcuni di questi cambiamenti che ormai si sono consolidati.

Un caro saluto
Barbara

www.lospicchiodaglio.it