Questo sito contribuisce alla audience di

Irresistibile voglia di cose dolci

di Dott.ssa Chiara Mezzetti

Rubriche II nutrizionista risponde Fame

Domanda

Gentile Dottoressa,
ho 27 anni, maschio e peso all’incirca 62 kg.

Le vorrei porre dei quesiti in merito al mio regime alimentare. La ringrazio per il tempo che vorrà dedicarmi.
Non pratico sport (qualche esercizio a casa per 15/20 minuti al giorno) e passo in ufficio circa 12/13 ore al giorno. Il resto del tempo lo passo leggendo, studiando, etc. Riposo circa 7 ore per notte. Non bevo e non fumo.
Da quando ho iniziato a vivere da solo (1 anno fa) ho modificato la mia dieta quotidiana come segue:
- colazione: una mela, un kiwi e un arancio
- pranzo: insalata mista non condita (non mi piace condita)
- spuntino: un kiwi
- cena: insalata mista con carne o pesce, oppure una zuppa di legumi fatta in casa (una buona porzione = tre mestoli pieni), o minestrone (una buona porzione), uno yogurt magro (150 g) con dei frutti di bosco.

La domenica a pranzo magari faccio della pasta (almeno 150g) con sugo di pomodoro o del risotto con verdure.
Durante il giorno bevo molto (the’, infusi, acqua).

Come le ho detto ho modificato il mio regime alimentare da 1 anno a questa parte. Un tempo a colazione avevo latte parzialmente scremato con biscotti (7/8), a pranzo insalata o un piatto di pasta, la sera minestrone o pasta se non ne avevo presa a pranzo, uno yogurt magro e qualche biscotto. Nel week-end avevo pasti più pesanti.

Mi chiedevo se questo tipo di alimentazione potrebbe portare dei problemi. L’ho modificata togliendo molti dei carboidrati considerato che non faccio sport e come detto passo la maggior parte del tempo seduto. L’insalata mi piace moltissimo e lo stesso dicasi per la frutta (l’unico effetto collaterale è il gonfiore, che cerco di combattere bevendo tisane al finocchio).

Un altro problema che ho e’ la golosità: come vede nella dieta non ho indicato dolci. Purtroppo però, volendo seguire il mio desiderio, mangerei dolci a non finire. Il problema è che quando decido di mangiare dei dolci eccedo nella quantità: piuttosto di mangiare tre biscotti non li mangio, ma se decido di mangiarli almeno mi finisco la confezione. Lo stesso dicasi per torte, gelati o peggio, cioccolato.
Lo stesso è per i carboidrati: io mangerei pasta tutti i giorni, ma se decido di mangiarne per soddisfarmi deve essere molta, altrimenti rimarrei più insoddisfatto che di non averne avuto per nulla. Però per questa non mi costa affatto mangiarne meno.

Attualmente altero la mia dieta solamente quando esco al ristorante (una, due volte al mese) o quando torno a casa dalla mia famiglia (una volta al mese), quando per il week-end mi abbuffo senza fine.

Mi potrebbe consigliare a cosa può essere dovuta questa necessità morbosa di dolci e cosa potrei fare per cercare di mitigarla? Per alcuni mesi sono riuscito a sopprimere la voglia di dolci completamente ma ora non ce la faccio veramente più. Come le ho detto, però, il mio maggior problema è che non mi accontenterei di una brioche o di una fettina di torta ma avrei l'intera vaschetta di gelato o mezza torta! Un tempo (quando ne assumevo regolarmente) non era così, però facevo anche una vita molto meno sedentaria.

La ringrazio e le auguro buon lavoro.
Cordiali saluti
C.B.


Risposta

Gentile CB,
tra tutte le indicazioni che mi dai ne manca una significativa: la tua altezza, non sono quindi in grado di valutare se il tuo peso è scarso o ottimale. Quello che senz’altro posso dire è che la tua alimentazione è carente in carboidrati complessi (pasta e pane) e presenta un eccesso di zuccheri semplici (la frutta); la colazione poi è assolutamente squilibrata, mancano proteine e cereali e quindi il tuo fisico ha una ricerca smodata di dolci dovuti alla carenza energetica con cui inizia la giornata.

Ti consiglio di orientarti su una dieta più simile alla precedente, con pasta a pranzo, magari non tutti i giorni, e pane a cena, meglio se integrale, oltre a integrare la colazione con cereali o fette biscottate con miele e yogurt o latte.

Cordiali saluti
Dott.ssa Chiara Mezzetti

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Obiettivo dieta? Sì, ma non per tutta la vita!

Come imparare ad alimentarsi in modo sano per dimagrire mangiando

Vai all'articolo »