Questo sito contribuisce alla audience di

Non riesco a perdere peso e nemmeno a sgonfiarmi e non capisco il perché

di Dott.ssa Gloria M. Barraco

Rubriche II nutrizionista risponde Alimentazione e salute

Domanda

Salve, vorrei dei consigli per dimagrire.

Sono una ragazza di 21 anni, peso 68 kg e sono alta 1.71 m.

Per un anno ho fatto una cura da un ginecologo che mi ha fatto prendere la pillola anticoncezionale, per curare le ovaie policistiche, sono ingrassata di 10 kg e mi sono gonfiata molto, per questo motivo a gennaio del 2012 ho smesso di prenderla, ma a distanza di un anno non sono riuscita a perdere peso e nemmeno a sgonfiarmi e non capisco il perché.

Sono una ragazza che non mangia nessun tipo di dolce e formaggi, come posso fare per dimagrire??

Grazie in anticipo
Noemi da Siracusa


Risposta

Carissima Noemi,

molte pillole anticoncezionali, purtroppo, hanno questo effetto indesiderato, provocare un'importante ritenzione idrica. Basterebbe fare un’analisi della composizione corporea per rendersi conto che non è massa grassa quella in più ma acqua. Sarebbe utile parlarne con il ginecologo, magari trova una delle pillole anticoncezionali in commercio, che a lei non da questo effetto collaterale. Ognuno, infatti, risponde diversamente.

Con un'alimentazione sana, varia ed equilibrata e una buona dose di movimento quotidiano può però contrastare molto questi effetti. Per darle dei consigli più precisi bisognerebbe farle un'anamnesi (analisi) completa, visionare le sue analisi del sangue, valutare le sue abitudini alimentari attuali e la sua composizione corporea.

A distanza, le posso consigliare di consumare almeno 5 pasti al giorno non saltando mai la colazione, il pranzo e la cena e cercando di consumare anche due spuntini. La colazione va fatta, anche abbondante. Mangi un frutto o uno yogurt a metà mattina e a metà pomeriggio. Ai pasti principali associ ad una fonte di carboidrati (pasta o pane o riso o patate), una fonte di proteine (carne o pesce o uova o formaggi o legumi) e tanta tanta, verdura cotta o cruda che sia. Non utilizzi troppo sale per condire. Beva almeno 1,5 – 2 L di acqua al giorno, sono circa 8 bicchieri colmi, non è poi così tanto. E si muova, si muova, si muova, faccia del movimento la sua routine quotidiana: prenda le scale al posto dell’ascensore, posteggi lontano e raggiunga a piedi la sua meta, scenda qualche fermata prima dall’autobus, faccia delle lunghe camminate a "passo svelto".

Spero di esserle stata utile,
Dott.ssa Gloria Barraco.



Dott.ssa Gloria M. Barraco

Biologo Nutrizionista
gloriabarraco.nutrizionista@gmail.com
Seguimi su facebook: Officina del Nutrizionista

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Dieta macrobiotica: cos'è e quali sono i benefici

“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un'arte”. In questa breve frase è racchiusa la sintesi della macrobiotica, una filosofia alimentare concepita con lo scopo di nutrire anima e corpo, come spiega Silvana Gambaro, naturopata ed erborista

Vai all'articolo »