Questo sito contribuisce alla audience di

Problemi con la cottura della pasta frolla

di Barbara Farinelli

Rubriche La posta dei lettori Alimenti

Domanda

Salve!

Preparo la pasta frolla con 300 g di farina contenente lievito (su suggerimento della mamma di un'amica), 150 g di burro, 150 g di zucchero, 1 uovo e 1 tuorlo.
La stendo con lo spessore di 0,5 cm circa, la metto in una tortiera al silicone per crostata e la inforno coperta con alluminio e fagioli secchi perché non si gonfi: 10 minuti a 180°. Poi la tolgo (e già a questo punto devo dire che non era cottissima, anzi), la farcisco di solito con la marmellata o la nutella o composti cremosi e rimetto in forno sempre a 180° per 20 minuti. Ecco che il bordo quasi si brucia, perciò sono obbligata a toglierla, ma l'interno, soprattutto il centro, è regolarmente crudo.
Il mio è un forno normale, elettrico, non ventilato.
Sabato ho provato a fare un'altra torta, una ciambella variegata, senza pasta frolla, anche questa mi ha dato lo stesso identico problema. Anche questo stampo è in silicone.

Che siano queste tortiere che non favoriscono la cottura? O, per la crostata, potrei farla cuocere all'inizio con sopra i fagioli, ma senza alluminio?

Avrei proprio bisogno di un consiglio!
Grazie infinite!!

Alice


Risposta

Ciao Alice

Difficile dire dove può essere il problema. Sicuramente le teglie tradizionali conducono meglio il calore del silicone, che viene difatti anche usato come materiale isolante. Il primo consiglio che ti do è quello di provare con una normale teglia per crostate antiaderente di buona qualità.

La ricetta della pasta frolla va bene, anche se personalmente non approvo l'uso del lievito. Se cambiando teglia non risolvi il problema prova ad usare queste dosi:

oppure, se ti piace una base più dolce e aromatica prova questa:

 

Io inoltre trovo che le crostate siano più buone se cotte direttamente farcite. Prova questa procedura e sappimi dire:

 

Alcuni consigli importanti:

  • usa un burro di ottima qualità, da centrifuga. Vedrai che fa la differenza;
  • fai riposare la pasta frolla in frigo per almeno mezz'ora ben coperta con pellicola trasparente;
  • imburra bene lo stampo e cospargilo di farina o di pangrattato, eliminando le eccedenze;
  • quando hai steso la pasta nella tortiera pungila bene con la forchetta, così non si alza e cuoce meglio;
  • metti sempre la tortiera nella zona medio-bassa del forno, altrimenti si brucia in superficie prima di cuocere all'interno.

Fammi sapere come va!
Un caro saluto
Barbara

www.lospicchiodaglio.it