Questo sito contribuisce alla audience di

Proprietà dell'aglio

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Alimenti

Domanda

Leggo da più parti delle benefiche proprietà dell'aglio (antitumorale, antimicotico ecc.). Il problema è come assumerlo. Ingerirne dei pezzi non è sempre agevole per cui vorrei chiedere se le "perle di aglio", che si trovano ormai anche al supermercato, hanno le stesse proprietà dell'aglio fresco e in che quantità giornaliera lei consiglia di assumerle.

Grazie per la cortese risposta
Fulvia


Risposta

Gent.ma Fulvia,

l’aglio può essere considerato un alimento-medicamento. Recenti studi hanno dimostrato che un consumo abituale di aglio porta ad una significativa riduzione dei livelli di colesterolo plasmatici, svolgendo anche un ruolo importante nella prevenzione dell’aterosclerosi. Le sue peculiari proprietà medicamentose sono da attribuire alla presenza di solfuro di allile ma anche ad altri composti solforati come l’ajoene e l’allicina. Recentemente sono state attribuite all’aglio anche proprietà antitumorali infatti è stato provato - in provetta - che sostanze estratte dall’aglio sono in grado di ostacolare la formazione di molecole con ben documentata attività cancerogena.

L’efficacia del principio attivo dell’aglio è massima nell’aglio fresco e crudo (circa 1 spicchio). Si consiglia, per evitare l’effetto sgradevole sull’alito, di masticare prezzemolo o uno o due chicchi di caffè mentre per migliorarne la digeribilità di togliere, prima dell’utilizzo, il germoglio centrale di colore verde.

L'aglio può essere assunto per via orale sotto forma di pillole, capsule, sciroppi, tinture oppure per via topica. L'allicina, il più importante componente dell'aglio, è instabile e quindi facilmente deteriorabile durante la preparazione dei prodotti. In genere viene raccomandata la seguente posologia:

  • estratti titolati ad almeno il 13% di allicina alla dose di 300 mg per 2-3 volte al giorno;
  • come infuso 4 g in 150 ml di acqua;
  • 4 ml di estratto fluido 1:1 (g/ml);
  • come tintura 20 ml di una soluzione 1:1 (g/ml).


Molti cordiali saluti
Dott.ssa Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

I dolci con il caffè

Il caffè diventa protagonista di dolci golosi e ricchi, da offrire agli amici, in tutte le stagioni

Vai all'articolo »