Questo sito contribuisce alla audience di

Quando l'alimentazione diventa uno sfogo per le frustrazioni della giornata

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Consigli alimentari

Domanda

Buonasera, mi chiamo Nicole, ho 22 anni e sono una studentessa universitaria; oltre a ciò, frequento anche una scuola serale 4 giorni su 5. Non abito a Milano, sebbene entrambe le scuole lo siano, e questo mi crea dei problemi con i pasti: non mangio quasi mai a casa (durante la settimana solo ad un pranzo e ad una cena) e non mi fido di nessuna mensa/bar per mangiare per cui mi porto le cose da casa.

L'anno scorso è stato un anno pesante tra panini e schifezze, non ho seguito il mio proposito di una dieta equilibrata. Quest'anno invece vorrei cercare di mantenere un'alimentazione equilibrata nonostante la mia vita non lo sia molto...e vorrei dei consigli in merito.

In particolare, l'anno scorso seguivo questo schema:

  • Colazione: fette biscottate o biscotti, yogurt, tè o tisana
  • Spuntino mattutino: un frutto
  • Pranzo: un'insalatona con tonno o uova sode o bresaola (sono anemica, tra le altre cose), petto di pollo o tacchino + un frutto
  • Merenda: un frutto + uno yogurt oppure uno yogurt + qualche biscotto
  • Cena: un panino con bresaola o prosciutto o pollo o tacchino + un frutto

Il problema è che, a questo schema si aggiungeva, la sera quando tornavo da scuola, un pacchetto di biscotti con la camomilla e/o un altro frutto. A volte mi capitava che un pacchetto di biscotti diventassero due, e l'alimentazione diventava una specie di sfogo per le frustrazioni della giornata.

Cosa dovrei fare? Mantenere uno spuntino "notturno", ma contenuto, o modificare qualcosa nella mia alimentazione? (Per esempio: non fare lo spuntino del pomeriggio e spostarlo alla sera).

La ringrazio molto per l'attenzione
Cordiali saluti,
Nicole


Risposta

Carissima Nicole,

come lei stessa descrive il problema non è quanto e cosa mangia durante i pasti principlai ma quelle calorie che aggiunge per gratificare il suo cervello dopo una giornata pesante. Sono quelle calorie che danno fastidio soprattutto perchè vengono introdotte la sera; infatti la cena serale dovrebbe essere molto leggera in quanto deve preparare il corpo al riposo notturno e non ad una maratona.

Serena giornata
Dott. Luigi Schiavo



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

6 consigli di salute e benessere se sei dello Scorpione

Cibi sani, strategie relax e dritte fitness per la donna dello Scorpione: carismatica e imprevedibile

Vai all'articolo »