Questo sito contribuisce alla audience di

Il mio ragazzo è veramente troppo magro

di Dott.ssa Letizia Saturni

Rubriche II nutrizionista risponde Devo ingrassare

Domanda

Gentile nutrizionista, so che è molto impegnata a rispondere a tante domande, ma La prego mi aiuti.
Il mio ragazzo ha 18 anni alto 1,80 e pesa 50 kg!! Come si può dedurre è magrissimo e lui ne soffre molto. Non ha mai fatto sport (se non per un anno scarso di calcio da piccolo) però da un mese sono riuscita a convincerlo ad andare due volte a settimana in piscina (per il momento però non fa molto movimento visto che deve ancora imparare a nuotare). Mangia sempre quantità grosse di pasta a cena e pranzo e mangia un po' controvoglia carne e verdure. Ogni giorno fa anche spuntini tra i pasti. Beve abbastanza caffè e fuma anche molto. Essendo sin da piccolo molto magro ha fatto varie indagini, però è risultato sempre in perfetta salute. Purtroppo in alcuni giorni salta certi pasti (il più delle volte il pranzo). Non riesce mai a prendere neanche 100 g, al contrario sembra perderne!!

Lui vuole ingrassare però è anche vero che non fa molto per questo.

P.S. Non mangia per nulla al mondo nessun tipo di formaggio, ed è spesso stressato.

Tante grazie per la sua disponibilità
Marta da Torino


Risposta

Salve,

la sua è una richiesta singolare... tutti in genere chiedono di dimagrire!

Dal suo racconto mi sembra di capire però che da parte del suo ragazzo non ci sia molta preoccupazione e/o interesse verso questa realtà tanto che addirittura scrive lei al suo posto.

Io direi che la cosa più importante è essere seguiti correttamente da un nutrizionista per fare un cammino di educazione alimentare e per mettere in atto un buon stile di vita.

Serve riappropriarsi della propria giornata, dei tempi e bisogni del nostro corpo. E' fondamentale fare 5 pasti al giorno ed utilizzare per comporre i nostri menù tutti gli alimenti di cui disponiamo senza l'esclusione di nessuno.

E' importante fare attività fisica per tonificare la massa muscolare. Se non si muove bene in acqua e inoltre non sa nuotare, possono essere scelte altre tipologie di attività: camminare, palestra, bicicletta, ballo...

Fondamentale è smettere di fumare e ridurre il numero di caffé; bere circa 2 litri di acqua al giorno e capire da cosa deriva questo stato di attivazione emozionale (stress).

Non dimentichiamo che il cibo ha tanti significati antropologici ed inoltre il suo metabolismo può essere fortemente influenzato dal nostro modo di sentirci e/o essere.

Cari saluti
Dott.ssa Letizia Saturni

www.lospicchiodaglio.it