Questo sito contribuisce alla audience di

Vorrei una ricetta per la giardiniera

di Barbara Farinelli

Rubriche La posta dei lettori Richiesta di ricette

Domanda

Come posso fare un' ottima giardiniera?

Grazie
Giusy


Risposta

Cara Giusy

La giardiniera è una preparazione di verdure sott’aceto. Si confeziona con le verdure di stagione, può pertanto avere differente composizione a seconda del periodo. In generale è sempre bene prepararla in primavera perché la maggior parte delle verdure sono al meglio della loro forma. Affinché sia buona e si conservi a lungo è essenziale che le verdure con cui la prepari siano molto fresche, di piccola pezzatura, senza parti rovinate o ammuffite, meglio se da agricoltura biologica.

GIARDINIERA
Di Barbara Farinelli

Ingredienti:
  • 2 Kg di verdure al netto degli scarti, variabili a seconda della stagionalità, come ad esempio:
    • carote
    • fagiolini
    • sedano bianco
    • zucchine
    • cetriolini
    • cipolline o cipolle rosse
    • cimette di cavolfiore
    • piselli sgranati
    • peperoni gialli, rossi e verdi
  • 1 l d'acqua
  • 1 l di aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaio raso di sale grosso
  • aceto di mele per la conservazione in vaso
  • vasetti di vetro a chiusura ermetica puliti e asciutti con capsule nuove


Peparazione:
  • Pulire tutte le verdure secondo il tipo:
    • Carote: lavarle bene sotto acqua fresca corrente, pelarle con il pelapatate per eliminare lo strato più esterno, ed affettarle nello spessore di un centimetro, oppure tagliarle a bastoncini.
    • Fagiolini: lavarli accuratamente, quindi eliminare le estremità ed il filo, se coriaceo. Tagliarli a tocchetti.
    • Sedano: lavare accuratamente, quindi eliminare i fili aiutandosi con un coltello dalla base alla cima. Affettarlo a tocchettini. Se la base è molto ampia tagliare i tocchetti a metà.
    • Zucchine: lavare accuratamente, eliminare le estremità e tagliarle a tocchetti. Metterle in un colino cosparse di sale grosso a spurgare per almeno mezz’ora. Eliminare accuratamente il sale.
    • Cetriolini: lavarli accuratamente. Se sono molto piccoli lasciarli interi, altrimenti tagliarli a tocchetti. Metterli in un colino cosparsi di sale grosso a spurgare per almeno mezz’ora. Eliminare accuratamente il sale.
    • Cipolline: spellarle e sciacquarle.
    • Cipolle rosse: spellarle, affettarle nello spessore di mezzo centrimetro, tagliare le fette a metà e sfogliarle.
    • Cavolfiore: selezionare solo le cimette, da sciacquare bene sotto acqua fresca corrente.
    • Peperoni: lavarli accuratamente, eliminare il torsolo, le parti bianche e tagliarli a tocchetti.
  • Mettere in una capace pentola l’acqua e l’aceto e portare a bollore. Salare e lessare le verdure, un tipo alla volta per 10 minuti.
  • Scolare le verdure e metterle ad asciugare su strofinacci puliti, ben coperte, per una notte.
  • Il giorno dopo invasare le verdure e coprirle con l’olio o l’aceto di mele, secondo il gusto personale.
  • Avvolgere i vasi con degli stracci puliti, metterli in una capace pentola in modo che non si muovano ed unire acqua fredda fino ad averne almeno una decina di centimetri sopra i vasi. Mettere sul fuoco e far bollire per 30 minuti calcolati da quando l'acqua comincia a bollire vistosamente. Trascorso il tempo indicato spegnere il fuoco e lasciare i vasetti a raffreddare nell'acqua.
  • Conservare in luogo fresco e asciutto, possibilmente al buio. Attendere un mese per aprirli, ma consumarli entro l’anno. Una volta aperto conservare il vasetto in frigorifero e consumare entro breve tempo.

Note:
      • Per chi non ama le verdure sott’aceto, si possono conservare anche sott’olio. Ottimo un extravergine dal sapore delicato e spremuto a freddo, ma anche un olio di semi.


Un caro saluto
Barbara

www.lospicchiodaglio.it