Questo sito contribuisce alla audience di

Vorrei la ricetta della torta pasqualina

di Barbara Farinelli

Rubriche La posta dei lettori Richiesta di ricette

Domanda

Buongiorno,
vorrei sapere la ricetta della torta pasqualina.
Aldo da Milano


Risposta

Ciao Aldo
La torta pasqualina è una preparazione della cucina ligure tipica del periodo pasquale dal quale prende il nome. E' una torta di sfoglia con ripieno di ricotta, bietoline di campagna e uova. In origine la ricotta era sostituita da latte cagliato.

La tradizione vuole che si gusti il giorno di Pasquetta, poiché è ottima mangiata fredda nelle gite fuori porta. Non ho ancora avuto occasione di preparare questa torta, ma ho una vecchia ricetta che ti lascio volentieri da sperimentare.

TORTA PASQUALINA
di Barbara Farinelli

Ingredienti

Per la pasta
  • 200 g di farina
  • sale fino
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • acqua minerale naturale tiepida

Per il ripieno
  • 1 Kg di bietoline in foglie
  • sale fino
  • 250 g di ricotta
  • 100 g di Parmigiano Reggiano
  • 6 uova
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Preparazione
  • Setacciare la farina in una ciotola. Unire un pizzico abbondante di sale e mescolare. Fare un foro al centro e mettervi l'olio e 3-4 cucchiai d'acqua tiepida.
  • Amalgamare e lavorare l'impasto aggiungendo altra acqua se fosse necessario ad ottenere un composto molto morbido. Lavorare per 10-15 minuti, quindi coprirlo bene con uno strofinaccio e farlo riposare per una mezz'ora.
  • Nel frattempo lavare bene le bietoline, metterle in una pentola senza altra acqua che quella che resta sopra le foglie dopo il lavaggio e cuocerle per 10 minuti dal bollore, mescolando di tanto in tanto ed aggiungendo un pizzico di sale a metà cottura.
  • Scolarle, metterle in un colino e premere con la parte convessa del cucchiaio contro il bordo per eliminare l'acqua in eccesso. Tritarle grossolanamente.
  • Mettere in una ciotola la ricotta, il Parmigiano grattugiato (tenendone da parte una manciata), le bietoline, 1 uovo, una grattugiata di pepe. Amalgamare e regolare di sale.
  • Ungere una teglia da forno di forma circolare di circa 26 cm di diametro dai bordi alti.
  • Dividere la pasta in 4 parti e, tenendo coperti quelli non utilizzati, stendere il primo in una sfoglia sottilissima aiutandosi con il mattarello. Deve naturalmente avere una forma circolare e poter foderare la teglia preparata fin sopra i bordi.
  • Ungere bene d'olio la sfoglia, tirarne un'altra parte e sovrapporla.
  • Unire il ripieno, livellarlo e praticare 5 incavi a intervalli regolari dove saranno rotte le uova rimaste. Il tuorlo dovrà rimanere intero. Salare e pepare le uova in superficie.
  • Distribuire il Parmigiano rimasto e coprire con le due restanti sfoglie da preparare, spennellandole d'olio e sigillando bene i bordi.
  • Spennellare d'olio anche la superficie della torta e punzecchiarla con i denti di una forchetta.
  • Infornare a 180°C per un'ora circa. Prolungare di poco la cottura se dovesse occorrere a far ben dorare in superficie.
  • Lasciar ben raffreddare prima di sformarla. Servirla fredda, preferibilmente il giorno dopo.

Note:
  • Conservare la torta in frigorifero, ma lasciarla per almeno un'ora a temperatura ambiente prima di gustarla.
  • La pasta può essere sostituita da 250 g di pasta sfoglia o, per una preparazione più leggera, pasta fillo. In questo caso utilizzare almeno 6 fogli, 3 per la base e 3 per coprire. Spennellarli sempre con l'olio. Non è invece da spennellare la pasta sfoglia.
  • Se non trovate delle bietoline tenere utilizzare gli spinaci.



Un caro saluto
Barbara

www.lospicchiodaglio.it