Questo sito contribuisce alla audience di

Senso di gonfiore, come posso regolarizzarmi?

di Dott.ssa Gloria M. Barraco

Rubriche II nutrizionista risponde Problemi di gonfiore

Domanda

Salve,

ho 24 anni sono alta 1,66 m e peso 57 kili.

Penso di fare una vita sana e regolare:

  • a colazione mangio un panino integrale con marmellata/pezzo di dolce fatto in casa accompagnato da un caffè e una tazza di orzo/yogurt bianco magro,
  • a pranzo mangio un primo/un secondo con un contorno di verdure,
  • a merenda mangio uno yogurt o della frutta,
  • a cena mangio un secondo con il contorno.


Mangio pane integrale e pratico attività fisica 3-4 volte a settimana di due ore l'una.

Vorrei chiederle se c'è qualcosa in cui sbaglio e cosa dovrei assumere per regolarizzare il mio intestino e far sparire questo senso di gonfiore (tisana, integratori, ecc.), soprattutto per la colazione. 

Grazie mille per la disponibilità,
Alessandra 


Risposta

Gentile Alessandra,

da quello che mi racconta segue uno stile di vita e nutrizionale sano. Irregolarità intestinale e gonfiore sono disturbi altamente soggettivi e soggettiva è la risposta ad eventuali metodi che le posso consigliare. Consideri che spesso anche lo stress potrebbe esserne la causa.

Per il gonfiore e i disturbi gastrointestinali, un utile consiglio che potrebbe sembrare banale è quello di provare a fare molta attenzione alla masticazione. Una masticazione lenta può aiutare e rendere più semplice la digestione ed evitare la successiva brutta sensazione di gonfiore. D'altro canto, esistono in commercio una serie di integratori a base di carbone attivo che possono aiutarla.

Quanto all'irregolarità intestinale, l'assunzione di cibi integrali, frutta e verdura le garantisce una buona quantità di fibra (che funziona da prebiotico). Potrebbe tornarle utile provare ad assumere integratori di probiotici, microrganismi che regolarizzino il microbiota intestinale. Spesso, infatti, l'irregolarità dipende da un microbiota intestinale alterato.

Potrebbe provare anche ad assumere kiwi, prugne secche, oppure a bere dell'acqua in cui queste ultime siano rimaste a macerare.

Sperando di esserle stata d'aiuto,
cordialmente,
Dott.ssa Gloria Maria Barraco



Dott.ssa Gloria M. Barraco

Biologo Nutrizionista
gloriabarraco.nutrizionista@gmail.com
Seguimi su facebook: Officina del Nutrizionista

www.lospicchiodaglio.it