Trova ricetta

Latte: da oggi le etichette d'origine diventano obbligatorie

News Articoli

Latte: da oggi le etichette d'origine diventano obbligatorie

Siete fra quelli che ogni mattina non rinunciano ad una bella tazza di latte? Allora forse avrete già notato che su alcune confezioni di latte a lunga conservazione appare un'etichetta con l'indicazione dell'origine del prodotto.

Da oggi questo tipo di etichette diventano obbligatorie su tutti i latticini e i formaggi, ad annunciarlo è stato il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina il quale ha sottolineato che "…i cittadini devono essere informati per poter scegliere consapevolmente cosa mettere a tavola. Questo vuol dire tutelare il Made in Italy, il lavoro dei nostri allevatori e far crescere una vera e propria cultura del cibo.".

Le nuove etichette d'origine si applicano al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale.

Le diciture riportano chiaramente il paese di mungitura, il paese di condizionamento o trasformazione del latte, l'origine del latte, cioè se si tratta di un prodotto totalmente italiano, e se il latte è stato munto, condizionato o trasformato in "Paesi Ue" o in "Paesi non Ue".

Gli unici prodotti esclusi dall'obbligo di riportare le etichette d'origine sono i Dop e Igp, che comprendono già dei precisi disciplinari relativi alla loro provenienza, e il latte fresco già tracciato.

La Coldiretti a tal proposito sottolinea come l'Italia sia il primo importatore mondiale di latte e suoi derivati e quanto l'obbligo dell'etichettatura d'origine segni un passo importante per la trasparenza nei confronti dei consumatori.


di Francesca Barzanti, pubblicato il 20/04/2017

www.lospicchiodaglio.it