Trova ricetta

Premio Artusi 2015 ad Alberto Alessi, la consegna sabato 26 settembre a Forlimpopoli

News Eventi passati

Premio Artusi 2015 ad Alberto Alessi, la consegna sabato 26 settembre a Forlimpopoli

Alberto Alessi è il Premio Artusi 2015. Emblema del 'made in Italy' nel mondo, Alessi è la testimonianza di come una 'semplice' intuizione del design industriale si è fatta rivoluzione: la funzionalità degli oggetti non esaurisce il legame tra persone e cose.

In altre parole, esistono bisogni altrettanto importanti e radicati negli uomini che sono alla base del loro rapporto con le cose: poesia, emozione, comunicazione della propria identità, dei propri valori. Un po' come l'Artusi, secondo il quale un piatto non deve essere solo "buono" ma anche "bello".

E proprio per la capacità di Alberto Alessi di cambiare il modo di vedere e concepire gli oggetti, la città di Forlimpopoli gli assegna questo prestigioso riconoscimento, consegnato a coloro che si distinguono per l'originale contributo dato alla riflessione sui rapporti fra l'uomo e il cibo.

Il Premio gli sarà consegnato sabato 26 settembre ore 17 in Casa Artusi a Forlimpopoli, città natale di Pellegrino Artusi e promotrice del riconoscimento.

Non una semplice giornata di celebrazione, bensì una riflessione sul rapporto cucina-design "Natura e artificio, tra cibo e design" che prevede, oltre naturalmente al Premio Artusi Alberto Alessi, anche esperti di chiara fama fra cui il filosofo Aldo Colonetti, uno dei massimi storici e teorici dell'arte, del design e dell'architettura.

Per l'occasione, Casa Artusi propone la mostra "Alessi, storie di design", per la prima volta allestita in Italia.

L'esposizione è un omaggio agli oggetti che hanno reso celebre il design di Alessi nel mondo, come lo spremiagrumi di Phillipe Stark, il bollitore di Michael Graves, la caffettiera espresso 'La Cupola' di Aldo Rossi e numerose altre creazioni.

La mostra, allestita nella Biblioteca di Casa Artusi, rimarrà aperta fino al 27 settembre (orari: mercoledì/venerdì dalle 15,00 alle 18,00; sabato e domenica dalle 9,30 alle 12,30). L'ingresso è libero. 


di Francesca Barzanti, pubblicato il 24/09/2015

www.lospicchiodaglio.it