Trova ricetta

Sicilia, la terra delle arance

News Articoli

Sicilia, la terra delle arance

Cari appassionati di arance lo sapevate che la patria per eccellenza di questo agrume delizioso, fresco, ricco di vitamina C, di antiossidanti e perfetto per tante preparazioni culinarie, è la Sicilia?

Sì, perché l'isola del sole è la principale regione agruminata italiana dove si producono il 60% delle arance del paese su circa 100 mila ettari di terra, per un totale annuo di 19 milioni di quintali di prodotti.

Le arance rosse di Sicilia IGP

Fra le principali zone di produzione siciliana ci sono le provincie di Catania e Siracusa, patrie per eccellenza delle famose arance rosse di Sicilia IGP (Indicazione Geografica Protetta) famose per il loro colore, per la grande quantità di vitamina C e, secondo alcuni studi, per essere dei veri e propri inibitori di accumulo dei grassi.

Vi siete mai chiesti da dove derivi il caratteristico rosso vivace della dolce polpa di queste arance? Il merito è dell'Etna! Infatti il famoso vulcano siciliano, chiamato la "montagna buona", è responsabile di un vero e proprio miracolo naturale: crea un costante sbalzo termico fra giorno e notte in grado di colorare di rosso gli agrumi.

Le arance rosse di Sicilia (IGP) sono di 3 varietà: tarocco, la più diffusa in Italia e utilizzata soprattutto come frutto da mangiare alla fine del pasto, moro e sanguinello, apprezzate soprattutto all'estero dove si utilizzano per spremute e succhi.


Il Limone di Siracusa IGP

Sempre nella splendida zona di Siracusa cresce il famoso Limone di Siracusa IGP che qui è coltivato da secoli grazie alle condizioni climatiche favorevoli.

Pensate infatti che questo agrume è chiamato "femmineo" proprio perché la pianta è fertile tutto l'anno producendo tre fioriture: da ottobre ad aprile la varietà è il primo fiore, che rappresenta l'80% della produzione, da aprile a giugno è la volta del bianchetto e da giugno ad ottobre è tempo di verdello.

Il 70% dei limoni di Siracusa vengono esportati all'estero e di questo agrume oggi "non si butta via nulla": la polpa viene usata per i succhi, gli oli essenziali sono fra i più apprezzati per la produzione di aromi e profumi e la buccia è utilizzata in addensanti come la pectina.


Il pastazzo

Non si può parlare di agrumi senza parlare anche del pastazzo, sapete casa si intende? Questo composto non è altro che ciò che resta dell'agrume quando viene spremuto, e cioè quando vengono tolti la polpa e i semi.

Una volta il pastazzo veniva buttato mentre oggi invece è considerato un sottoprodotto degli agrumi, impiegato soprattutto per l'alimentazione degli animali.

Il pastazzo, sia umido che essiccato, unito al normale foraggio per le bestie infatti fa sì che la carne si conservi meglio e che il cibo contenga molta più vitamina C.


Agrigento: gli agrumi e la mitologia

Un'altra delle zone principe per la produzione di arance siciliane è la provincia di Agrigento, qui infatti nella secolare Valle dei Templi si trova un grande patrimonio di agrobiodiversità, dove ancora ancora oggi vengono coltivate e mantenute varietà antiche di agrumi che favoriscono le produzioni di eccellenza dell'agricoltura siciliana.

Nella Valle dei Templi gli agrumi si fondono anche con la mitologia con il racconto del Giardino delle Esperidi.

Secondo la leggenda le tre figlie di Espero abitavano il giardino governato da un drago fino a quando Ercole, cercando di superare una delle 12 prove assegnategli per ottenere l'immortalità, riuscì a sconfiggere il drago liberando le Esperidi.

Le giovani per ricompensarlo gli regalarono un cesto di pomi d'oro, che altro non erano che arance d'oro.


L'arancia di Ribera DOP

Sempre in provincia di Agrigento si trova Ribera: il luogo dove viene coltivata la DOP di Ribera, unica arancia a Denominazione di Origine Protetta al mondo.

La pregiata arancia bionda senza semi, ombelicata, per il caratteristico ombelico (navel) nell'estremità inferiore, è chiamata "Washington Navile" e ha un'origine antichissima.

Questo agrume infatti fu selezionato in Brasile, passò dagli Stati Uniti (da cui il nome Washington), per poi ritornare in Brasile e finire in Sicilia attorno al 1930 grazie a un medico di Ribera.

E Ribera è stata la fortuna dell'arancia che qui, grazie alle favorevoli condizioni climatiche, ha trovato l'ambiente perfetto e ha raggiunto nel 2011 la Denominazione di Origine Protetta.


AranciAmato

Proprio a Ribera si trova la giovane e dinamica azienda AranciAmato fondata da Sebastiano Amato, che nel 2000 è tornato in Sicilia riprendendo la coltivazione di un aranceto dei nonni e la produzione delle migliori arance di Ribera DOP.

Pensate che le piante qui coltivate superano gli 80 anni di età e rappresentano i giardini più vecchi di tutta Ribera.

All'interno di una stretta valle fra lussureggianti pareti di roccia tenera e lo scorrere perenne di un ruscello, AranciAmato produce ben tre principali varietà di arancia di Ribera, il Brasiliano, il Navelia, e la Vaniglia, ma anche limoni, mandarini, clementine e olio coltivato nell'oliveto di Contrada Magone.

Qualità e tradizione dunque, unite al concetto di filiera corta, che consente un rapporto diretto col consumatore il quale sceglie direttamente dal sito i prodotti che vuole acquistare, eliminando tutte le fasi di intermediazione.

Una volta fatta la vostra "spesa" online, potrete comodamente pagare tramite Paypal e riceverete direttamente a casa le vostre arance.

Ma ciò che distingue ancor di più AranciAmato, rendendo l'azienda davvero innovativa, è che le arance vengono raccolte solo al momento della ricezione dell'ordine, assicurandovi così la reale freschezza dei prodotti. Da gennaio 2016 l'azienda inoltre è 100% BIO.

 

Il commento di Barbara

Ho assaggiato personalmente le arance di AranciAmato. Dolci, succose e profumate: raramente ne ho mangiate di così buone. Ho trovato ottimi anche i clementini e i limoni. E' molto bello vedere dei giovani impegnarsi con tanto trasporto nel settore agricolo, che dovrebbe essere sempre più valorizzato nel nostro paese.

Grazie a Sebastiano Amato… buon lavoro ragazzi!

Barbara Farinelli

Per acquistare i prodotti AranciAmato ordina online su: www.aranciamato.it


di Francesca Barzanti, pubblicato il 08/02/2016

www.lospicchiodaglio.it