Trova ricetta

Cioccolata in tazza: lo sapevate che l'hanno inventata i Maya?

News Articoli

Cioccolata in tazza: lo sapevate che l'hanno inventata i Maya?

Cari golosoni, scommetto che in queste freddissime giornate invernali non rinunciate mai ad una calda cioccolata in tazza!

La dolce bevanda amata da grandi e bambini ha una storia lunghissima che risale addirittura ai Maya!

E allora mentre voi vi preparate una deliziosa cioccolata calda seguendo i consigli della nostra ricetta, io faccio un salto indietro nel tempo e vi racconto come è nata la prima cioccolata in tazza.


La nascita della cioccolata in tazza

Era circa il 1400 a.C. quando i Maya, coltivando cacao nell'attuale Messico centrale, prepararono una bevanda chiamata "xocoati", da "cioccolato" ("xococ") e "acqua" ("ati"), a base di fagioli arrostiti, semi di cacaoacqua.

Ecco la prima vera cioccolata in tazza, anche se ancora molto distante dalla ricetta odierna.

La bevanda era considerata dai Maya, e successivamente dagli Aztechi che la preferivano fredda, una pietanza riservata ai momenti celebrativi e, a seconda del rito durante il quale veniva bevuta, si aggiungevano spezie come pepe, peperoncino e altri aromi.

La versione spagnola

Quando la ricetta giunse in Europa gli unici ad apprezzarla furono gli Spagnoli che decisero di addolcirla aggiungendo zucchero, vaniglia, cannella e scorze di frutta.

Secondo alcune leggende lo stesso Cristoforo Colombo, dopo aver assaggiato la cioccolata calda, comunicò al Re di Spagna l'esistenza di una bevanda che dava energia e permetteva ai soldati di avere una maggiore resistenza in battaglia.

La cioccolata calda iniziò così ad essere apprezzata in tutta Europa come bevanda afrodisiaca a tal punto che Carlo V, che ne deteneva la ricetta originale, la regalava quando un suo famigliare si sposava con un nobile straniero.


La versione inglese

Furono poi i britannici a sostituire definitivamente l'acqua con il latte, ottenendo così la versione odierna della golosa bevanda.

Così proprio in Inghilterra, a Londra, nel 1657 nacque la prima "Chocolate House", cioè la "Casa del Cioccolato", dove si poteva consumare cioccolata calda e parlare di scienza, filosofia, economia e politica.

La cioccolata in tazza oggi

Oggi la ricetta della cioccolata in tazza è a base di latte, cacao e zucchero.

Ne esistono però anche altre varianti che, a seconda del gusto personale, prevedono l'aggiunta di spezie, come vaniglia, cannella, zenzero, cardamomo o peperoncino, di panna montata, per rendere la bevanda ancora più dolce, o l'utilizzo di cioccolato fondente o cioccolata bianca


di Francesca Barzanti, pubblicato il 16/01/2018

www.lospicchiodaglio.it