Trova ricetta

Moscardino

Ingredientiprodotti della pesca

CARATTERISTICHE

Il moscardino è un mollusco cefalopode che appartiene alla famiglia degli Octopodidae. E' simile al polpo, anche se ha dimensioni più piccole e gli otto tentacoli hanno una sola fila di ventose. La testa è ovale, il colore grigio-bruno ed hanno una dimensione media, tentacoli stesi, di 15-20 centimetri con esemplari che arrivano a toccare anche i 35-40. I moscardini più piccoli sono quelli più buoni.

Il moscardino vive in fondali sabbiosi, dove viene pescato principalmente con reti a strascico. E' molto comune nel Mediterraneo. Il nome deriva dall'odore, che ricorda il muschio, e che gli dona un sapore molto buono e caratteristico. Viene anche chiamato polpo muschiato.

I moscardini si possono cucinare in vari modi. Quelli più piccoli sono ottimi fritti. Quelli più grandi si possono tagliare a striscioline e tocchetti per insaporire zuppe di pesce, sughi o insalate di mare. Hanno un prezzo molto più abbordabile rispetto a quello del polpo.

STAGIONE

gennaio, febbraio, marzo, settembre, ottobre, novembre, dicembre.

PROPRIETÀ NUTRITIVE

Il moscardino è ricco di sali minerali, quali sodio, calcio, fosforo, magnesio e vitamina A, ha un buon tenore in proteine e pochissimi grassi.

PARTE EDIBILE

90 %

CALORIE

57 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

Il moscardino deve avere un colore vivo e intenso, brillante, senza segni di opacità o giallore.

COME CONSERVARE

I moscardini sono molluschi delicati, che devono essere consumati o congelati il prima possibile.
Appena acquistati devono essere eviscerati e lavati accuratamente sotto acqua corrente. Quindi è possibile conservarli in frigorifero, ben coperti da pellicola alimentare o chiusi in un sacchetto freezer, per 1 o 2 giorni al massimo.

Se sono molto freschi, è possibile anche congelarli, a -18°C, in appositi sacchetti ben chiusi, avendo l'accortezza di eliminare quanta più aria possibile. Si possono così conservare 3 mesi.

COME PULIRE

Lavare bene i molluschi sotto acqua corrente strofinando bene i tentacoli per eliminare eventuali residui di sporco e di sabbia. Aprire lateralmente la sacca del moscardino ed eliminare le interiora. Eliminare la pelle dalla testa se sono grandi.

COTTURA

I moscardini molto piccoli sono ottimi fritti. Quelli più grandi rendono al massimo nelle cotture in umido.

DOSI PER PERSONA

200 g

NOTE

-

APPROFONDIMENTI

-

www.lospicchiodaglio.it