Trova ricetta

A tavola con le superstizioni

News Articoli

A tavola con le superstizioni

Cari golosi quanti di voi a tavola sono superstiziosi? Beh se fate parte di quelli che mentre cucinano cercano di non far cadere il sale, perché porta male, è bene che sappiate che le superstizioni a tavola cambiano da paese a paese e ciò che da noi porta sfortuna magari oltre oceano è di buon auspicio.

Eccovi allora gli alimenti più superstiziosi nelle tavole in giro per il mondo.

Il Sale

Secondo molte superstizioni versare il sale porta male, ma basta gettarne un pugnetto dietro la spalla sinistra che viene scongiurato ogni cattivo auspicio. Ecco perché in molti paesi l'usanza dice di spostare la saliera sollevandola, per evitare così di rovesciarne il contenuto.

Ma il sale non è solo sintomo di presagio, secondo alcune leggende infatti serve a scacciare il Diavolo ed ha dei veri e propri poteri magici. Pensate che addirittura in Russia quando una donna usa molto sale per cucinare significa che è innamorata!

Le banane

Se vi state godendo una romantica crociera, evitate di mangiare la banane! Pare infatti, secondo una superstizione inglese, che le banane a bordo di una nave portino male. Questa leggenda risale ad un'antica storia secondo la quale un intero equipaggio fu sterminato proprio dai batteri diffusi… da una banana!


Il pane

Attenzione a non capovolgere il pane a tavola, ma a disporlo sempre in maniera ordinata e a non sprecarlo mai. Questa usanza deriva dalla Francia di Carlo VII dove i fornai rovesciavano il pane destinato al boia per far sì che egli fosse subito riconoscibile fra i commensali.

L'uovo

Quando aprite un uovo ricordatevi sempre di frantumare il guscio prima di gettarlo nella spazzatura. Par infatti che lasciare il guscio intero, per chi ha l'abilità di non romperlo, attiri il Demonio e tutte le relative sfortune.

Il vino

Quando rovesciate un bicchiere di vino, prima di iniziare a preoccuparvi di togliere le macchie dalla tovaglia, ricordatevi di bagnare un dito nel vino caduto. Ciò vi porterà anni di fortuna e prosperità!

Il sedano

Anche se non è il più dolce degli alimenti, non rinunciate mai ad un bel gambo di sedano. Questa verdura infatti, ai tempi degli antichi Greci e Romani, allontanava le presenze maligne e proteggeva dalla sfortuna.


I chicchi d'uva

A Capodanno invece delle lenticchie scegliete i chicchi d'uva! Secondo una leggenda sudamericana è proprio questo frutto, in particolare mangiarne 12 chicchi dopo la mezzanotte del 31 dicembre, a rendere fortunato l'anno che sta iniziando!

 


di Francesca Barzanti, pubblicato il 28/12/2015

www.lospicchiodaglio.it