Trova ricetta

Croccante e golosa, la sfogliatella napoletana mette d'accordo tutti i palati

News Articoli

Croccante e golosa, la sfogliatella napoletana mette d'accordo tutti i palati

Cari golosoni quale delizia annoverate nella vostra classifica personale dei dolci più golosi? Sicuramente molti di voi metteranno la famosa sfogliatella napoletana: un must della pasticceria partenopea, da provare assolutamente almeno una volta nella vita!

La deliziosa sfogliatella, che a Napoli si mangia a colazione, a merenda o come dessert dopo pranzi e cene, nella ricetta originale è un golosissimo dolce fatto di pasta sfoglia ripiena di semola, ricotta, canditi, latte, uova e zucchero.

La storia della sfogliatella

Non tutti sanno che le origini della sfogliatella risalgono addirittura a 400 anni fa grazie a una suora di clausura del convento di Santa Rosa a Conca dei Marini, sulla Costiera Amalfitana.

La monaca, sbagliando le dosi per la preparazione di un dolce, decise di sperimentare qualcosa di nuovo: aggiunse all'impasto limoncello, susine, albicocche e pere dissecate. Quindi mise il preparato fra due pezzi di pasta di pane aromatizzati con vino, strutto e zucchero.

Ecco che nacque la prima sfogliatella! La ricetta originaria però venne resa pubblica solo nel 1800 quando, con alcune modifiche, la sfogliatella diventò il dolce partenopeo per eccellenza!

In particolare fu il ristoratore Pasquale Pintauro nel 1818 a fare sua la ricetta della sfogliatella, modificandola in parte, fino ad ottenere la classica forma a conchiglia croccante del cuore goloso!

Riccia, frolla o a coda?

Oggi trovate diverse varietà di sfogliatella tutte davvero deliziose, eccovi di seguito quelle principali.

  • Sfogliatella riccia: a forma di triangolo, ha la parte esterna fatta di pasta sfoglia sovrapposta a strati croccanti. L'interno è un goloso composto di semola, ricotta, canditi, latte, uova e zucchero.
  • Sfogliatella frolla: a forma rotondeggiante, ha la parte esterna fatta di soffice pasta frolla e il ripieno sempre a base di semola, ricotta, canditi, latte, uova e zucchero.
  • Sfogliatella Santa Rosa: il dolce originale nato nel convento di Conca dei Marini, è un po' più grande della sfogliatella riccia, e si compone di tante sfoglie di pasta frolla, sottili e sovrapposte, e di un ripieno di crema pasticcera e crema di amarene.
  • Sfogliatella a Coda d'Aragosta: una sfogliatella riccia molto più grande, la cui forma ricorda la coda di un'aragosta, farcita però di panna, crema chantilly o cioccolata.


di Francesca Barzanti, pubblicato il 08/12/2017

www.lospicchiodaglio.it