Trova ricetta

Vi piace il peperoncino? Ecco i più piccanti del mondo!

News Articoli

Vi piace il peperoncino? Ecco i più piccanti del mondo!

Cari buongustai, quanti di voi amano il gusto piccante e utilizzano spesso il peperoncino nelle proprie ricette? Beh, sicuramente molti.

Il peperoncino è il frutto della pianta erbacea delle Solanacee e il suo sapore piccante deriva dalla capsaicina: un alcaloide che si concentra soprattutto nella parte interna dove ci sono i semi.

I peperoncini esiccati sono più potenti di quelli freschi, ecco perché spesso vengono usati in polvere come spezia per i nostri piatti.

Come si misura la piccantezza?

Di peperoncini ne esistono diverse varietà che vanno dai più ai meno piccanti, ma come si misura il livello di piccantezza?

La stessa domanda se la pose Wilbur Lincoln Scoville, un chimico americano nato nell'800 che ideò un suo personale sistema per valutare quanto è piccante un peperoncino.

Lo scienziato nel 1912 mise a punto il S.O.T. (Scoville Organoleptic Test), cioè un esame da effettuare sull'estratto di bacca del peperoncino per misurarne la piccantezza.

Il test prevedeva che l'estratto fosse diluito in un composto di acqua e zucchero: maggiore era la quantità di soluzione necessaria a togliere il bruciore causato dalla capsaicina, maggiore era la piccantezza del peperoncino.

Proprio da questo metodo nacque la scala che, ancora oggi, è usata per misurare il grado di piaccantezza di un peperoncino, e cioè la quantità di capsaicina che contiene, in Shu (Scoville Heat Units).

I peperoncini più piccanti del mondo

Così oggi è possibile una vera e propria classifica dei 5 peperoncini più piccanti del mondo secondo la scala Scoville. Mi raccomando se non siete abituati: non li assaggiate!

  1. Carolina Reaper – 2.200.000 Shu
    Il peperoncino più piccante del mondo, detiene il record dal 2013, creato nella Carolina del Sud attraverso l'incrocio di un Habanero con un Pakistan Naga.
    Ha la forma di una lanterna, può raggiugere i 5 cm di lunghezza e ha una coda appuntita. In pochi hanno avuto il coraggio di provarlo, il sapore pare riprendere gli aromi di cacao e cannella.

  2. Trinidad Scorpion - fino a 2.000.000 Shu
    Originario di Trinidad e Tobago, uno stato dell'America Centrale, ha la forma e le dimensioni di una pallina da golf, la pelle rugosa ed il colore è rosso fuoco.
    Attenzione: se provate il Trinidad Scorpion, anche se ovviamente sconsiglio vivamente di farlo, all'inizio sentirete il dolce retrogusto fruttato, e solo dopo qualche minuto arriverà tutta la sua incontenibile piccantezza.

  3. Naga Viper – 1.300.000 Shu
    Nato dall'incrocio fra Naga Morich, Bhut Jolokia e Trinidad Scorpion, fatto dall'imprenditore agricolo inglese Gerald Fowler, il Naga Viper è stato il più piccante del mondo fino al 2011.
    Il frutto va dal verde chiaro al rosso, quando matura, e la lunghezza può toccare i 5 cm.

  4. Bhut Jolokia – 1.041.027 Shu
    Detto anche peperoncino serpente, il Bhut Jolokia è originario dell'India.
    È caratterizzato da una forma allungata che va dai 4 ai 7 cm e da una buccia raggrinzita.

  5. Habanero Red Savina – fino a 577.000 Shu
    Il Red Savina venne scoperto quasi per caso all'interno di una piantagione di Habanero, di cui è il fratello cattivo.
    È caratterizzato da una forma appuntita, con una lunghezza che va dai 5 ai 7 cm e una larghezza fra i 2 e i 4 cm. Il colore è verde e diventa rosso brillante a maturazione.

di Francesca Barzanti, pubblicato il 27/03/2018

www.lospicchiodaglio.it