Questo sito contribuisce alla audience di

Un parere per quanto riguarda il consumo di ossobuchi

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Alimentazione e salute

Domanda

Buongiorno,
vorrei un parere per quanto riguarda gli ossobuchi.
Mi hanno detto che il midollo dell'ossobuco è molto grasso, quindi avendo un marito cardiopatico in teoria non dovrei più farli. E se invece prima di cuocerli lo togliessi?


Grazie e buona giornata.
Roberta da Torino


Risposta

Carissima Roberta,

anche un soggetto cardiopatico può di tanto in tanto permettersi uno "sfizio" per cui come dico sempre l'unità di misura della moderazione permette di avere non solo uno stile alimentare equilibrato ma anche a tratti gratificante. Con questo voglio dire che se suo marito non è in sovrappeso, e la sua alimentazione attuale è priva di eccessi di zuccheri semplici e grassi, una volta al mese un ossobuco è concesso.

Serena giornata
Dott. Luigi Schiavo



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it


Potrebbe interessarti anche

Crioterapia: cos'è e a cosa serve

Letteralmente la crioterapia è la "cura con il freddo", ma il freddo di cui si parla non è semplice ghiaccio, bensì una temperatura mai avvertita in natura

Vai all'articolo »