Questo sito contribuisce alla audience di

Sono molto magro, vorrei una dieta ipercalorica

di Dott. Luigi Schiavo

Rubriche II nutrizionista risponde Devo ingrassare

Domanda

Salve,
sono uno studente universitario di 21 anni fuori sede. Avrei una domanda da porle, inerente al mio problema. Sarò breve, ma ovviamente immagino di dover descrivere in maniera più accurata il problema. Io sono alto 171 cm circa e la bilancia dice che peso 56 o 58 kg (a seconda del tipo). Sono magro, è vero, ma ho il fisico sodo e la massa muscolare in proporzione a questi valori è di poco superiore. Quello che manca dunque è quella grassa o comunque è inferiore all'altezza stessa.

Ci tengo a precisare che da 4 anni circa prendo l'Eutirox, anche se prima della somministrazione, ero lo stesso magro. In questi pochi anni ho preso si e no 1 kg, ma perso nessuno. Ho fatto nuoto per svariati anni ed ho un metabolismo abbastanza attivo e la pelle molto giovane e non dimostro l'età che ho. Avevo pensato ad una dieta ipercalorica, ma non la posso certo inventare da solo. Sono stato molto sbrigativo, ma sono pronto a rispondere alle sue domande per meglio chiarire questa situazione.

La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
Marcello


Risposta

Carissimo Marcello,

le posso assicurare che ingrassare è molto più difficile che dimagrire. Una dieta ipercalorica rispetto al suo fabbisogno energetico (cioè una correzione alimentare che le faccia apportare più calorie di quante lei non ne spende nel corso della sua giornata) potrebbe essere un primo passo per capire se il suo organismo trasforma il "surplus" di energia introdotto con l'alimentazione in materiale di riserva (adipe). Quindi, è fondamentale monitorare l'incremento della massa grassa indotto dalla dieta con gli strumenti che il nutrizionista ha a disposizione (mediante analisi impedenziometrica prima e plicometrica poi).

Purtroppo capirà che non è possibile dare indicazioni dietetiche a distanza in quanto una correzione alimentare "SERIA" viene costruita in seguito ad una attenta anamnesi nutrizionale che comprenda una attenta analisi del suo profilo organico (analisi chimico-cliniche, ormonali, ecc) soprattutto quando si è in presenza di soggetti sotto terapia farmacologica. Quindi il mio consiglio è quello di rivolgersi al suo medico curante che la saprà sicuramente indirizzare da un collega valido. Mi raccomando non si affidi a diete fai da te e peggio ancora a personale improvvisato.

Distinti saluti
Dott. Luigi Schiavo, Caserta



Dott. Luigi SCHIAVO
Primo Policlinico, Seconda Università di Napoli, Ambulatorio di Chirurgia dell'obesità (IX Chirurgia Generale)
Nutrizionista (Numero Iscrizione Albo 055729)
Dottore di Ricerca [Settore Fisiologia, Endocrinologia e Metabolismo]
Socio SICOB [Società Italiana di Chirurgia dell'Obesità e delle Malattie Metaboliche]
Responsabile per la Regione Campania della Fondazione Italiana per la Lotta all'Obesità Infantile ONLUS

Esercita a:
CASERTA
Via F. Daniele 10 (angolo Via Roma-Corso Trieste), (Centro Medico VILLA ROSA), tel. 0823/1702419-22
LUSCIANO (CE)
Via Fratelli Cervi 3, tel. 334/5099818
MARCIANISE (CE)
Via Raffaele Musone 292 (Centro Medico), Tel. 0823/823616
NAPOLI
Via S. Tullio 101 (angolo Via Epomeo), (Studio Medico Polispecialistico GIFRAN), Telefono 081/7661730
ROMA
Via Tirone 11/13 (zona Marconi), presso Ufficio s.r.l., tel. 3345099818

sito web: www.schiavonutrizione.it
e-mail: posta@schiavonutrizione.it

www.lospicchiodaglio.it