Questo sito contribuisce alla audience di

Vitamina C: acido ascorbico

di Barbara Farinelli

Rubriche Cucina e dintorni Le vitamine

Gruppo:

  • Idrosolubile.


Dove si trova:

  • La vitamina C è largamente diffusa negli alimenti di origine vegetale. Ne sono particolarmente ricchi gli agrumi, i kiwi ed alcuni ortaggi quali peperoni, pomodori e la verdura a foglia verde. La lunga conservazione di frutta e verdura ne provoca però un rapido decadimento.  Anche la cottura e il lavaggio eccessivo comportano una forte perdita di vitamina. Le principali fonti sono:

 

Condimenti nessuno
Carne nessuno
Prodotti della pesca nessuno
Latticini e formaggi nessuno
Ortaggi e cereali peperoncini, peperoni, rucola, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavoli in genere, lattuga, radicchio verde, pomodori, fave, piselli, patate novelle, fiori di zucca, spinaci
Erbe e spezie prezzemolo, rosmarino, basilico
Frutta ribes, kiwi, papaya, mandarini, fragole, arance, limoni, pompelmi, mandaranci, lamponi
Altro pepe



A cosa serve:

  • Buona salute di capillari, denti e gengive.
  • Favorisce l'assorbimento del ferro.
  • Favorisce la guarigione di influenza, raffreddore, ferite, fratture, anemie, infezioni.
  • Favorisce la corretta formazione dei globuli rossi.
  • Previene e cura lo scorbuto.


Ipovitaminosi (poca vitamina)

  • Scorbuto: una malattia caratterizzata da fragilità ed emorragia capillare.
  • Irritabilità, debolezza, mancanza di forze, insonnia.
  • Difficoltà digestive.
  • Sangue al naso, anemia.
  • Tendenza alle infezioni, lenta cicatrizzazione delle ferite.


Ipervitaminosi (troppa vitamina):

  • Essendo una vitamina idrosolubile il rischio di sovradosaggio è piuttosto contenuto poiché in caso di apporto elevato l’eccesso viene rapidamente escreto con le urine.


Chi necessita di quantità addizionali:

  • Persone anziane.
  • Persone con alimentazione inadeguata.
  • Persone che abusano di alcool e droghe.
  • Donne in gravidanza e in allattamento.
  • Pazienti debilitati, con malattie croniche, di salute cagionevole.
  • Pazienti con lesioni o ustioni particolarmente estese.


Razione giornaliera raccomandata:

  • Uomini adulti: 60 mg
  • Donne adulte: 60 mg
  • Gravidanza: 70 mg
  • Allattamento: 90 mg


Sostanze che ne aumentano l'assorbimento:
 

  • Nessuna.


Sostanze che ne diminuiscono l'assorbimento:

  • Alcuni farmaci e sali minerali assunti in concomitanza.
  • Fumo.


Bibliografia:


Testi revisionati e corretti dal Dott. Luigi Schiavo.




www.lospicchiodaglio.it