Gramigna alla salsiccia

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette primi piatti carne

    Gramigna alla salsiccia


    La gramigna alla salsiccia è una specialità emiliana realizzata con pasta all'uovo, panna e salsiccia. Un piccolo soffritto di cipolla molto fine completa il gusto pieno e deciso di questo piatto.

    La gramigna è un formato di pasta tipicamente emiliano, bucato e di taglio corto, dalla caratteristica forma a ricciolo. Si accompagna tradizionalmente a sughi a base di salsiccia o ragù bolognese, ma si adatta a tutti i sughi con carne e pomodoro o panna.

    INGREDIENTI

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 550 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    • Spellare la salsiccia e spezzettarla grossolanamente.
    • Spellare la cipolla e tritarla finemente.
    • Lavare il rosmarino, togliere le foglie e tritarle con la mezzaluna su un tagliere.
    • In una padella antiaderente mettere l'olio e la cipolla tritata.
    • Portarla sul fuoco e far dorare la cipolla su fiamma dolce assieme ad un pizzico di sale .
    • Unire la salsiccia, il rosmarino tritato e farla rosolare su fiamma vivace.
    • Unire il vino e farlo evaporare completamente. Unire la panna, amalgamare e spegnere il fuoco. Tenere ben coperto.
    • Lessare la pasta in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarla, aggiungere un mestolo di acqua di cottura nella padella del condimento, quindi accendere il fuoco.
    • Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche istante, girando di frequente.
    • Servire immediatamente con un'abbondante macinata di pepe.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    La gramigna alla salsiccia è ottima anche al forno. Disporla in una pirofila ben unta d'olio, cospargerla con Parmigiano grattugiato e gratinarla. In questo modo è possibile anche conservarla per un giorno in frigorifero, gratinandola solo poco prima di mangiarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola.

    Nella versione al forno, si può congelare e conservare così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    5 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @marco: da noi in Emilia si abbina il Lambrusco, oppure il San Giovese... davvero ottimi!

    marco ha detto:
    Quale vino si abbina a questo piatto?

    Barbara Farinelli ha detto:
    @giovanni: si, c'è anche la variante al pomodoro, la trovi qui: Gramigna alla salsiccia

    giovnni ha detto:
    Siamo andati al canaletti di Budrio ottima gramigna vi era il pomodoro

    5 commenti su 5
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web