Questo sito contribuisce alla audience di

"Fasulin de l'òc cun le cudeghe": la festa dei sapori di una volta

News Eventi passati

"Fasulin de l'òc cun le cudeghe": la festa dei sapori di una volta

Per gustare il vero sapore dei piatti di una volta i weekend dal 31 ottobre al 9 novembre torna, con la sua ventiduesima edizione, "Fasulin de l'òc cun le cudeghe" (Fagiolini dall'occhio con le cotenne), a Pizzighettone in provincia di Cremona.

Anche quest'anno la festa vi aspetta all'interno della straordinaria ed unica location delle casematte delle antiche mura: ambienti a volta di botte tutti collegati tra loro e riscaldati dai grandi camini d'epoca ancora oggi perfettamente funzionanti che questa occasione si trasformano in una grande e suggestiva osteria di un tempo, con panche e tavoloni in legno dove i visitatori-buongustai potranno trovare ben 1.000 posti a sedere.

'Fasulin de l'òc cun le cudeghe': un piatto a metro zero, come tutti i prodotti messi in tavola, con una filiera cortissima e iper tracciabile e con materie prime di esclusiva provenienza locale da quando (da tre anni a questa parte) i volontari coltivano personalmente il Fagiolino dall'occhio di Pizzighettone da agricoltura locale, ripristinando un'antica coltura andata perduta e seguendone lo sviluppo in tutte le sue fasi: dalla semina alla raccolta di fine agosto.

Un primo, ottimo passo verso la preparazione del succulento piatto a base di Fagiolini dall'occhio di Pizzighettone, cotenne di maiale e carni miste provenienti da allevamenti locali e verdure che arrivano da orti delle aziende agricole del territorio.

Durante le giornate di festa il piatto verrà cucinato 'espresso' con due cotture lunghe al giorno che inizieranno fin dall'alba nella grande cucina professionale realizzata appositamente per l'evento dal Gruppo Volontari Mura, invadendo l'intero paese del suo tipico profumo. La produzione totale è di oltre 16 mila porzioni (più di 50 quintali), o meglio scodelle: i recipienti in cui i 'Fasulin' vengono serviti fumanti, accompagnati da pane fresco e buon vino, come tradizione vuole.

In tavola anche altri prodotti del territorio: salame e lardo nostrani, gorgonzola, raspadùra, provolone Valpadana dop con mostarda Cremona e ancora polenta abbrustolita e fresca e, per concludere, la torta rustica dei morti, dolce tipico della festa con ricetta segreta, sfornato solo una volta l'anno per questa occasione.

A corollario, nel primo fine settimana dei 'Fasulin', la 14° 'BuonGusto', mostra mercato enogastronomica dei prodotti tipici locali e regionali italiani (31 ottobre-1-2 Novembre, ingresso gratuito); nel secondo fine settimana la 1° 'Birra&Gusto' (7-8-9- Novembre, ingresso gratuito) con microbirrifici artigianali ed eccellenze gastronomiche italiane.

In entrambi i weekend inoltre, è possibile partecipare a visite guidate (in notturna e in diurna) alla scoperta delle mura di Pizzighettone Città Murata di Lombardia; visitare i Musei nelle mura, il Museo civico e imbarcarsi per crociere sull'Adda a bordo della motonave Mattei.

Per maggiori informazioni:
http://www.fasulin.com

di Francesca Barzanti, pubblicato il 30/10/2014


www.lospicchiodaglio.it