Questo sito contribuisce alla audience di

Togliere la muffa dal salame

di Davide D'Arcamo

Rubriche La posta dei lettori Alimenti

Domanda

Gentile redazione,
spero che riusciate a risolvere un problema causato dalla mia negligenza nella conservazione del salame.
Nei giorni scorsi ho letto un Vostro articolo sulla conservazione del salame e questo mi ha spinto a controllare un salame di felino di Langhirano (di circa 1 Kg) che mi hanno regalato questo Natale. Io non l'avevo ancora consumato ed era ancora ravvolto nella carta da salumiere... con sorpresa ho trovato il salame con diverse zone ricoperto da muffa mal odorante. Il punzone del salame porta una punzonatura con data di produzione novembre 2006, infatti è di pasta morbida.
A questo punto vorrei sapere se il salame è ancora recuperabile oppure conviene ahimè buttarlo.
C'è un metodo per togliere la muffa e il cattivo odore?

Grazie e complimenti per il Vostro Sito.
Seon.


Risposta

Carissimo amico,
intanto devi costatare se il salame presenta la muffa solo all'esterno o anche all'interno.
Se dovesse presentare segnali di muffa all'interno allora a malincuore ti dico che non puoi più recuperarlo, poiché le sue sostanze nutritive sono state alterate, mentre se la muffa è solo all'esterno, quindi non presenta nessun cambiamento all'interno, devi con una pezza inumidita di olio pulire il salame, dopodiché passarlo leggermente nella farina e tenerlo ad asciugare in un posto non umido e non esposto al sole.

Grazie e a presto!
Davide D'Arcamo

www.lospicchiodaglio.it