Trova ricetta

Burrella

    2.5/5 (4 voti)

    Ricette focacce, panini, pizze

    Burrella


    La burrella, spesso chiamata anche burella, è una focaccia tipica bolognese, dalla forma rotonda, molto soffice e burrosa. Ne esistono varie ricette, perlopiù custodite molto gelosamente, dalle quali vi proponiamo questa nostra versione.

    La burrella si presta ottimamente ad essere tagliata e farcita, in genere con affettati, maionese e verdurine. La versione più classica prevede prosciutto cotto e salsa capricciosa, con alcune foglie di insalata lattuga.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 550 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore e ½
    • ricetta vegetariana
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Setacciare in una ciotola la farina. Unire il sale e mescolare accuratamente.
    2. Mettere in un pentolino il latte e l'acqua, mescolare e far intiepidire. Sciogliervi il lievito e lo zucchero.
    3. Fare un foro al centro della farina, unire i liquidi, il burro a pezzetti e impastare fino ad amalgamare gli ingredienti, quindi portare il composto sulla spianatoia.
    4. Lavorarlo per 5 minuti circa, fino a ottenere un composto morbido e omogeneo.
    5. Si può usare anche l'impastatrice con il gancio mettendo gli ingredienti nello stesso modo e impastando per 5 minuti circa.
    6. Mettere l'impasto in una ciotola ben infarinata, coprire bene e far lievitare per un ora in un luogo riparato. Io solitamente metto la ciotola nel forno (spento ovviamente) mettendovi sopra una coperta di lana.
    7. Trascorso il tempo indicato ritirare l'impasto, dividerlo in due parti e lavorare ciascuna parte dandogli la forma di una focaccia tonda del diametro di 20 centimetri circa. Pungerle in superficie con uno stecco in vari punti.
    8. Far fondere un pezzettino di burro e con un pennello ungere la teglia da forno in cui verranno riposte le focacce. Coprire e far lievitare per un'altra ora.
    9. Cuocere a 180°C per 20 minuti, proseguendo la cottura se occorre a far dorare in superficie.
    10. Attendere che sia ben raffreddata prima di servirla o di tagliarla per farcirla. Tenerla sempre coperta con uno strofinaccio pulito perchè non secchi.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La focaccia ai pomodorini è una focaccia dall'impasto semplice, a base di olio extravergine di oliva, decorata con piccoli pomodorini tipo Pachino. A Bologna viene chiamata comunemente crescenta. La focaccia ai pomodorini può essere servita a cubetti al posto del pane, oppure può essere ...



    La focaccia bufala e Parmigiano è una pizza alta, morbida, condita con pomodoro, mozzarella di bufala a crudo e scaglie di Parmigiano Reggiano. E' ottima servita da sola, oppure in accompagnamento a prosciutto crudo a fette. La focaccia bufala e Parmigiano va preparata con ...



    La focaccia alle olive è una focaccia dall'impasto semplice, a base di olio extravergine di oliva, decorata con olive verdi snocciolate. A Bologna viene chiamata comunemente crescenta. La focaccia alle olive può essere servita a cubetti al posto del pane, oppure può essere tagliata a ...



    Atta Roti è un pane indiano leggermente acidulo, ottimo per accompagnare piatti a base di pollo e agnello o verdure quali peperoni e cipolle. Ha una consistenza simile a quello della piadina romagnola e si può utilizzare anche per essere farcito. Atta Roti è ...



    4 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Valentina: ciao Valentina, sono molto contenta! Nulla ci riporta alla nostra infanzia come i profumi e i sapori del cibo :-) Secondo me la puoi tranquillamente congelare una volta cotta, esattamente come si fa con il pane. Un caro saluto da Bologna!

    Valentina ha detto:
    Cara Barbara,
    non sai che favore mi hai fatto a postare questa ricetta. Quando andavo alle elementari a Bologna, c'èra un panificio di fronte alla scuola e la burella era la mia merenda preferita. Ora che sto per diventare mamma e vivo all'estero è stato un piacere potere rifare la burella seguendo la tua ricetta. E' venuta proprio bene. Tu chiedo, pensi sia appropriato congerlarle, dopo averle cotte?

    Barbara Farinelli ha detto:
    @diana: ciao diana, la ricetta viene meglio con la farina Manitoba, ma in alternativa si può usare la farina di grano tenero tipo 00.

    diana ha detto:
    buongiorno,
    questa e' una versione senza glutine o la ricetta richiede effettivamente la farina di manitoba?
    Grazie per tutte le vostre ricette semplici e gustose!

    Diana

    4 commenti su 4
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web