Trova ricetta

Risotto alle cime di rapa

    5.0/5 (4 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 365 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • ricetta vegetariana e vegan
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Pulire le cime di rapa selezionando soltanto i fiori e le foglie più tenere. Separare i fiori dalle foglie e lavare il tutto abbondantemente sotto acqua fresca corrente, facendo molta attenzione a che non restino frammenti di terra. Sono, di solito, abbastanza sporche, un po' come gli spinaci.
    2. Scaldare il brodo.
    3. Mettere in una pentola da minestra l'olio e lo scalogno pelato e tritato finemente.
    4. Portare sul fuoco e far dolcemente dorare per un paio di minuti a fiamma media. Unire un cucchiaio di brodo vegetale, un pizzico di sale e proseguire il soffritto per un paio di minuti ancora.
    5. Alzare la fiamma ed unire le foglie delle cime di rapa, mescolando. Lasciare che riprenda il bollore, quindi unire un pizzico di sale, una macinata di pepe, un mestolo di brodo e proseguire la cottura per 5 minuti a fiamma media coperto.
    6. Trascorso il tempo indicato scoperchiare, alzare la fiamma e far ben asciugare il fondo di cottura.
    7. Aggiungere il riso e farlo tostare un minuto.
    8. Unire 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).
    9. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo.
    10. 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unire i fiori delle cime di rapa tenuti da parte.
    11. Mescolare continuamente e portare a fine cottura.
    12. Spegnere il fuoco, lasciare riposare un minuto e servire.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    La pasta ai broccoli è un ottimo primo piatto in cui viene messo in risalto il sapore pungente e particolare dei broccoli, un ortaggio caratteristico del periodo autunno-inverno. La nostra versione è piuttosto semplice e prevede la cottura dei broccoli nella pentola della pasta e ...



    La pasta ai carciofi è un gustoso primo piatto semplice da realizzare e poco calorico, che mette ben in risalto il sapore della pasta e quello dei carciofi. E' un piatto tipico dell'inverno, quando i carciofi sono nel pieno del loro sapore e si trovano da ...



    Gli gnocchi di zucca sono una specialità autunnale e invernale, dal sapore caratteristico, molto particolari, un po' difficili da preparare, ma che vi daranno grande soddisfazione. E' assolutamente necessario scegliere una varietà di zucca poco acquosa, soda e compatta, come ad esempio la Mantovana o ...



    La pasta ceci e cannellini è una zuppa molto saporita, che si può preparare un po' in tutte le stagioni, ma è la classica minestra ottima in autunno e in inverno, da gustare bella calda con crostini di pane. La pasta ceci e cannellini ...



    La pasta ai cipollotti è un primo piatto molto semplice, economico e leggero. Si prepara inoltre velocemente ed è un'ottima ricetta per riciclare i fondi del pecorino, più o meno stagionato. I cipollotti ormai si trovano tutto l'anno, ma io vi consiglio di preparare ...



    Questa zuppetta funghi e fagioli è un primo piatto dal sapore unico e caratteristico, ottima nei mesi autunnali in cui ci sono molte varietà di fungo nel pieno del loro sapore. Io ho utilizzato galletti, chiodini, champignon e porcini, ma potete scegliere quelli che più ...



    Il risotto ai pioppini è un risotto realizzato con i funghi pioppini. Il pioppino è un ottimo fungo per un risotto da preparare per una cena fra amici. Più pregiato dello Champignon, ma meno costoso del porcino, mantiene bene la forma in cottura ed è ...



    2 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @francesco: grazie a te! :-)

    francesco ha detto:
    Nel ringraziarvi della ricetta, e della facilità, e con gli auguri di buon appetito.

    2 commenti su 2
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato