Questo sito contribuisce alla audience di

Castrare le castagne

di Barbara Farinelli

Rubriche Scuola di cucina La preparazione della frutta

Vediamo come si fa a castrare le castagne, ovvero a fare quell'incisione necessaria affinché non scoppino durante la cottura.

 

Castagne e coltellino Innanzitutto dotiamoci del materiale necessario. In cucina, come in qualsiasi tipo di lavoro manuale, occorre avere sempre gli strumenti giusti per ottenere dei buoni risultati con  poca fatica. Lo strumento migliore in questo caso è un coltello a lama corta, leggermente ricurva e molto ben affilata.
Praticare l'incisione sulla castagna
Prendere le castagne una per una e inciderle sulla parte concava, nel senso della larghezza, arrivando da una parte all'altra del guscio. Se la castagna è piatta, inciderla su un lato qualsiasi.
Praticare l'incisione sulla castagna
Fare molta attenzione a questa operazione. Se le castagne non vengono castrate bene possono scoppiare durante la cottura e saranno difficili da sbucciare una volta cotte.
Occorre affondare la lama abbastanza da incidere completamente il guscio, arrivando a sfiorare la polpa.
L'incisione sulla castagna
Per maggior chiarezza ecco come deve apparire la castagna una volta castrata.
Castagne castrate
Una volta incise tutte le castagne si può procedere con  la cottura che, a seconda della ricetta, può essere con la classica padella forata, oppure nel forno.



In alternativa sono in vendita delle speciali pinze costituite da un cucchiaio e da una lama. Basta appoggiare la castagna sul cucchiaio, chiudere l'utensile e la lama provvederà a fare l'incisione. Se le pinze sono di buona qualità sono molto efficienti.

Approfondimenti:




www.lospicchiodaglio.it