Trova ricetta

Cime di rapa ripassate

    5.0/5 (2 voti)

    Ricette contorni

    Cime di rapa ripassate


    Le cime di rapa ripassate sono un contorno tipico pugliese, che prevede la cottura delle cime di rapa in acqua bollente salata e poi un passaggio in padella con aglio, olio e peperoncino. Il piatto è molto semplice, ma ricco di sapore. Le cime di rapa sono un ortaggio tipicamente invernale, ottimo per le sue proprietà nutritive e per il carico di sali minerali e vitamine.

    Le cime di rapa ripassate, oltre ad essere un ottimo contorno, possono anche essere una base per la preparazione di torte salate o ripieni per pasta, carne o anche piatti a base di pesce. Se avanzano si conservano ottimamente per un paio di giorni in frigorifero. Sono ottime gustate a temperatura ambiente o nuovamente ripassate in padella :-)

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 125 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta vegetariana e vegan
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Pulire le cime di rapa selezionando i fiori e le foglie più tenere. Affettare i rami più piccoli e scartare quelli troppo grossi o duri. Le foglie troppo grandi vanno spezzettate eliminando le nervature.
    2. Lessare le cime di rapa pulite in abbondante acqua salata a bollore per 4 minuti.
    3. Scolarle molto bene.
    4. Mettere in una padella antiaderente l'olio e l'aglio spellato e affettato, il peperoncino spezzettato e portarla sul fuoco.
    5. Far dorare l'aglio, quindi togliere qualche istante la padella dal fuoco per far appena abbassare la temperatura dell'olio e unire le cime di rapa.
    6. Regolare di sale, quindi mescolare o saltare le cime di rapa fintanto che non si sono bene insaporite e hanno perso acquosità.
    7. Servirle calde o tiepide.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Regolate il piccante a piacimento, secondo il vostro gusto personale. In alternativa potete sostituite il peperoncino con una generosa grattugiata di pepe nero. 


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    I carciofi al rosmarino sono un semplice contorno a base di carciofi, foglie di rosmarino e aglio. La cottura deve avvenire a fiamma molto dolce, in modo che il carciofo ammorbidisca, aromatizzandosi.   I carciofi al rosmarino si conservano ottimamente per un giorno in frigorifero, ben coperti. Gustarli a ...



    Gli asparagi al limone sono una ricetta semplicissima per gustare gli asparagi nel pieno del loro sapore. Sebbene nella ricetta degli asparagi al limone vengano riportati vari metodi di cottura, la più consigliata è quella a vapore perchè preserva al meglio vitamine e sali ...



    I cavolfiori alla panna sono un gustoso e ricco contorno a base di cavolfiori gratinati nel forno con panna e Parmigiano. Si abbinano perfettamente con secondi piatti a base di carne.   I cavolfiori alla panna, se avanzano, si conservano per un giorno nel frigo. Riscaldarli nel ...



    Le patate al forno gratinate sono gustosissimi tocchetti di patate cotti al forno con poco olio e una grattugiata di Parmigiano Reggiano, che crea una deliziosa crosticina durante la cottura. Le patate migliori per questa preparazione sono quelle a pasta gialla, sode e ricche di ...



    Le melanzane a funghetto sono una specialità campana a base di melanzane, fritte e poi condite con pomodoro e basilico. Sono un ottimo contorno, ma si possono utilizzare anche per farcire un panino o condire la pasta. Per la preparazione delle melanzane a funghetto ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web