Trova ricetta

Scarola alla napoletana

    4.6/5 (10 voti)

    Ricette contorni

    Scarola alla napoletana


    La scarola alla napoletana è il contorno invernale della mia infanzia. La preparava prima la nonna, poi la mamma... e ora la preparo io :-) Come quasi tutte le ricette partenopee, ne esistono tante varianti. In quella della mia famiglia ci sono olive schiacciate, acciughe e pinoli, ma la tradizione vuole che ci si possa mettere anche capperi, uvetta, peperoncino e ci sono varie discquisizioni sul tipo di olive da utilizzare. Provate le varie versioni e decidete quella che vi piace di più :-)

    La scarola alla napoletana è ottima come contorno, ma anche come ripieno da torta salata o da frittata. La sua preparazione segue le feste natalizie, ma è ottima sempre. Si accompagna bene a tutti i tipi di carne.

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 190 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGAN

    Sei vegan e vuoi realizzare questa ricetta?

    Omettere l'acciuga.


    PREPARAZIONE

    1. Pulire la scarola selezionando le foglie e sciacquandole sotto acqua corrente.
    2. Rimuovere la parte più coriacea dei gambi e i filamenti e tagliare le foglie a metà in modo che non siano troppo lunghe.
    3. Lessare le foglie di scarola in abbondante acqua salata per 5 minuti. Tenere la pentola scoperta e mescolare di tanto in tanto, così rimangono belle verdi e perdono l'amaro.
    4. Quando cotta, mettere la scarola in un colino e premere bene con un cucchiaio in modo da strizzarla e levare così gli ultimi residui di acqua.
    5. Snocciolare le olive.
    6. Scolare i filetti di acciuga e tritarli a coltello piuttosto finemente.
    7. In una padella mettere l'olio, l'aglio spellato e il trito di acciughe.
    8. Portarla la padella sul fuoco e far rosolare a fuoco basso. L'aglio deve dorare e le acciughe quasi sciogliere, ma non bruciare. Tenere sotto controllo la cottura e mescolare spesso con un cucchiaio di legno.
    9. Alzare la fiamma, unire la scarola e mescolare bene utilizzando delle pinze da cucina.
    10. Unire le olive, i pinoli e continuare a cuocere e mescolare.
    11. In tutto la cottura deve durare 4-5 minuti, il tempo che evapori il fondo di cottura e la scarola si insaporisca.
    12. Attendere quasi la fine della cottura per assaggiare, regolare di sale e unire una generosa macinata di pepe.
    13. E' ottima sia calda, sia tiepida.

    PIETANZE DI ABBINAMENTO IDEALE

    Secondi piatti a base di carne o di uova.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli, basandosi su una ricetta di nonna Maria e mamma Angela. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Per la preparazione della scarola alla napoletana serve una padella dal fondo spesso e uniforme, con una buona antiaderenza. Per mescolare vanno usate pinze da cucina in silicone, in modo da non graffiarla. Io ho usato una padella FineGress Moneta: veramente ottima!

    I suggerimenti di barbara

    Se avanza si conserva un paio di giorni in frigorifero. Ottima a temperatura ambiente o brevemente riscaldata in padella.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    L'insalata di rinforzo è un piatto tipico napoletano che si serve nella cena della Vigilia di Natale. Ne esistono tantissime varianti, qui vi proponiamo la nostra. Circa l'origine del nome, l'insalata di rinforzo sembra chiamarsi così perchè il suo compito era quello di "rinforzare" ...



    Le melanzane all'origano sono un contorno tipico del periodo estivo, quando le melanzane sono nel pieno della stagione e del sapore. Per questa preparazione vi consiglio di utilizzare due tipi di melanzane differenti, in modo che ci sia contrasto di sapore. Io solitamente griglio quelle a buccia nera, ...



    Le zucchine alla scapece sono un piatto estivo tipico del sud Italia, che trae origini nel dover conservare a lungo gli ortaggi. Una volta fritte, le zucchine vengono condite con olio, aceto, aglio e foglie di menta. Riposandosi si insaporiscono e si possono così conservare ...



    La cicoria belga al forno è un contorno leggero e saporito, veloce e facile da realizzare perchè la cottura avviene autonomamente in forno senza bisogno di girare le verdure. La cicoria belga al forno è ottima per accompagnare secondi piatti di ogni tipo, soprattutto ...



    I fiori di zucca fritti sono una vera squisitezza che si può gustare in tarda primavera e in estate, quando i fiori di zucca sono facilmente reperibili e nel pieno del loro sapore. I fiori di zucca fritti sono preparati con una semplice pastella ...



    Il contorno primavera è un contorno di verdure tipico della tarda primavera e dell'inizio dell'estate, quando ci sono gli ultimi piselli e si trovano già i primi fagiolini. Assieme a carote novelle e cipollotti freschi, le verdure sprigionano tutti i profumi della primavera. Il ...



    I fagiolini con patate e carote sono un contorno tipico della tarda primavera, quando arrivano i fagiolini e si trovano carote e patate novelle. L'ideale è la cottura a vapore, che preserva meglio consistenza, sapore e proprietà nutritive, ma se non ne avete la possibilità ...



    La grigliata di verdure è un contorno facile e leggero, in cui le verdure vengono grigliate sulla piastra, insaporendosi e mantenendo un buon contenuto di vitamine e sali minerali. Si può grigliare praticamente di tutto, qui vi proponiamo una selezione di verdure facilmente reperibili in ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web