Questo sito contribuisce alla audience di

Farina di grano duro

Ingredientivarie

Farina di grano duro

CARATTERISTICHE

La farina di grano duro deriva dalla macinazione e successivo raffinamento dei cariossidi (chicchi) del frumento, una pianta erbacea della famiglia delle graminacee. Al contrario della farina di grano tenero (la comune farina bianca), la farina di grano duro ha un colore giallognolo ed è più granulosa al tatto. Ha un contenuto proteico maggiore e si adatta alla produzione di pasta e di alcuni tipi particolari di pane (celebre quello di Altamura) o di dolce.

Nel comune parlato, il termine "farina" viene associato a quella di grano tenero, mentre "semola" viene associato alla farina di grano duro. In realtà la farina di grano duro ha varie granulometrie che la differenziano in:

  • Farina di grano duro: è la più fine delle farine di grano duro. E' uitilizzata per la preparazione del pane e della pasta fatta in casa.
  • Semola o semolino: è il cuore del chicco di grano, ha granulometria fine, ma non è farinosa. E' ideale per preparare gnocchi alla romana e minestre.
  • Semola di grano duro rimacinata: ha colore giallo paglierino ed ha una ganulometria ancora più corposa. E' utilizzata per la preparazione del pane e della pasta, con o senza uova.

STAGIONE

Tutto l'anno

MESE MIGLIORE

-

PROPRIETÀ NUTRITIVE

La farina di grano duro è ricca di amido e carboidrati. A seconda di quanto è stata raffinata contiene quantità più o meno variabili di vitamine del complesso B, vitamina A ed è ricca di magnesio. Il contenuto lipidico è basso (2,8%), la digeribilità molto buona. Il contenuto proteico è discreto (13% circa).

PARTE EDIBILE

100 %

CALORIE

314 Kcal per 100g di prodotto.

COME SCEGLIERE

-

COME CONSERVARE

Conservare in luogo fresco e asciutto, preferibilmente in un vaso ben chiuso.

COME PULIRE

-

PRINCIPALI METODI DI COTTURA

-

DOSI PER PERSONA

-

NOTE

-

APPROFONDIMENTI

-


www.lospicchiodaglio.it