Questo sito contribuisce alla audience di

Pulire le cozze

di Barbara Farinelli

Rubriche Scuola di cucina La preparazione del pesce

 

Prepariamo tutto l'occorrente Innanzitutto, come sempre, raduniamo tutto l'occorrente sul piano di lavoro: le cozze, una paglietta da cucina, un coltello a lama liscia.
Lavare bene le cozze Lavare bene le cozze sotto acqua fredda corrente, quindi tappare il lavandino e metterle a bagno. In alternativa è possibile utilizzare anche una bacinella.
Scartare le cozze aperte Scartare le cozze che sono aperte, significa che il frutto all'interno è morto. Pulire soltanto quelle strettamente chiuse.
Come levare il bisso dalle cozze La prima operazione da fare per pulire le cozze è eliminare il bisso. Prenderlo strettamente fra due dita.
Strappare il bisso dalle cozze  Strattonarlo seguendo il profilo della cozza con un movimento deciso.
Il bisso strappato Il bisso eliminato.
Pulire la superficie della cozza Passare quindi alla pulitura della superficie della cozza passandovi una paglietta da cucina: darà ottimi risultati in brevissimo tempo.
Come rimuovere le incrostazioni Se sulla superficie della cozza sono presenti delle incrostazioni, generalmente di forma allungata o tondeggiante, utilizzare il coltello. Fare molta attenzione alle dita.
Incrostazioni eliminate Se il coltello è ben affilato le incrostazioni verranno via molto facilmente. Sciacquare e passare la paglietta se necessario.



Le cozze così pulite sono pronte per essere cotte. Se non lo si fa immediatamente conservarle in frigorifero, al massimo per qualche ora.

Approfondimenti:

  • Scheda materia prima: cozze



www.lospicchiodaglio.it