Trova ricetta

Carciofi farciti

    0.0/5 (0 voti)

    Ricette contorni

    Carciofi farciti


    I carciofi farciti sono carciofi che vengono farciti con aglio, prezzemolo, pangrattato per poi essere cotti in pentola assieme a poco brodo vegetale. Sono molto saporiti, pur contenendo poche calorie e sono semplici da preparare.

    I carciofi migliori per preparare i carciofi farciti sono le varietà lunghe e carnose, come i violetti o gli spinosi. Sono ottimi per accompagnare secondi piatti di carne, di pesce o di uova.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 120 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 30 minuti
    • ricetta vegetariana e vegan
    • ricetta light

    INGREDIENTI

    Per la farcitura

    Per completare la preparazione

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    Preparazione della farcitura

    1. Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle con una mezzaluna su un tagliere con l'aglio.
    2. In una ciotola mescolare il trito assieme al pane grattugiato, un pizzico di sale ed una macinata di pepe.
    3. Unire quindi l'olio e amalgamare il tutto per ottenere un composto slegato e granuloso.


    Preparazione dei carciofi

    1. I carciofi si possono pulire in due modi. Lasciando solo le foglie più chiare e tenere, per poterli gustare interamente, oppure eliminando solo le foglie più esterne. In questo caso si possono mangiare staccando le foglie e gustandone la parte terminale raschiandole con i denti, fino ad arrivare al cuore, che si mangia per intero. Dipende molto dal tipo di persona a cui li servite. Se avete ospiti meglio una pulizia profonda, se siete in famiglia può andare anche la seconda.
    2. Preparare una ciotola d'acqua molto fredda, in cui avrete spremuto e messo in ammollo il limone. Tenetene un pezzo sul banco di lavoro per sfregare i carciofi.
    3. Mettere un paio di guanti di lattice per pulire i carciofi, altrimenti dopo avrete tutte le mani nere :-) e pulire i carciofi uno alla volta.
    4. Pulire il carciofo rimuovendo le foglie esterne più rovinate e tagliare le punte a circa metà altezza. Sfregare con il limone le parti tagliate.
    5. Tagliare il gambo lasciandone attaccato 4-5 centimetri e sfregare la parte tagliata.
    6. A questo punto, se volete una preparazione più raffinata da mangiare per intero, togliete tanti giri di foglie fino ad arrivare a lasciare solo quelle chiare e tenere.
    7. Divaricare delicatamente le foglie per arrivare al cuore e con uno scavino eliminare la barbetta centrale e le piccole foglie intorno, che spesso sono spinose.
    8. Spellare il gambo rimasto attaccato al carciofo eliminando la parte esterna filamentosa.
    9. Mettere il carciofo nell'acqua acidulata e pulire gli altri allo stesso modo.
    10. Si possono utilizzare anche gli ulteriori 4-5 centimetri di gambo oltre a quello lasciato attaccato al carciofo. Pelarli e affettarli nello spessore di mezzo centimetro abbondante. Mettere anche questi nell'acqua acidulata.
    11. Quando tutti i carciofi sono puliti scolarli dall'acqua e strizzarli bene, quindi salarli all'interno, peparli e farcirli con il ripieno, facendo in modo di lasciarne da parte un po' per decorare.
    12. Una volta farciti stringerli bene per tenere imprigionato il ripieno all'interno e metterli a testa in giù in una casseruola stretta ed alta unta con un filo d'olio.
    13. Cospargere con un pizzico di sale, una macinata di pepe e un filo d'olio. Mettere negli spazi fra un carciofo e l'altro i gambi affettati.
    14. Scaldare il brodo.
    15. Mettere la casseruola sul fuoco, lasciare che si scaldi e cominci un poco a sfrigolare, quindi cuocere per 3-4 minuti muovendo la pentola per non far attacare sul fondo.
    16. Unire il brodo caldo, lasciandone da parte un poco. Aspettare che cominci a sobbollire, quindi coprire e cuocere a fiamma media per 15 minuti circa. Controllare a metà cottura e aggiungere altro brodo se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo.
    17. Cospargere con il resto del ripieno, quindi proseguire la cottura per altri 5 minuti, sempre coperto.
    18. A fine cottura scoperchiare, alzare la fiamma e far asciugare il fondo di cottura, quindi servire.

    CONTORNO DI ABBINAMENTO IDEALE

    Secondi piatti a base di carne, di pesce e di uova.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, marzo, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Le cipolline con radicchio in agrodolce sono un contorno tipico del periodo autunnale e invernale, quando troviamo il radicchio rosso di Treviso, dalla sua forma tipicamente allungata e il caratteristico sapore amarognolo che ben contrasta con il dolce delle cipolle borettane. Le cipolline con ...



    L'insalata ai tre pomodori è un contorno tipicamente estivo a base di tre varietà differenti di pomodori, che ben si armonizzano nelle loro sfumature di sapore. Per una buona riuscita estetica dell'insalata è bene tagliare ogni varietà in modo differente, come spiegato in ricetta. ...



    Le carote glassate sono un contorno molto goloso e dal sapore unico. Il burro, lo zucchero, il sale e il sapore dolce della carota si fondono insieme sciogliendosi in bocca. Le carote glassate accompagnano di preferenza un secondo piatto a base di carne o ...



    Le carote arrosto sono un contorno dal sapore delicato, adatto per accompagnare secondi piatti a base di carne, vegetariani, oppure come condimento per crepes e torte salate. Sono ottime appena preparate, ma si possono anche conservare fino a un giorno riscaldandole in padella poco prima ...



    I carciofi alla pancetta sono un contorno tipico del periodo invernale, quando i carciofi sono di stagione. I carciofi vengono trifolati assieme a cubetti di pancetta affumicata e spezie. I carciofi alla pancetta sono ottimi gustati come contorno, ma possono essere utilizzati anche per ...



    Le carote fritte sono un contorno molto gustoso a base di carote affettate molto sottili, infarinate e fritte in olio di semi di arachide. Oltre che a dischetti, sono ottime anche affettate per il lungo. Le carote fritte si possono servire anche come antipasto, ...



    Il gratin di pane e cavolfiori è un contorno leggero e saporito in cui i cavolfiori lessati o cotti a vapore vengono gratinati con un trito aromatico di pane, aglio, prezzemolo e alici. Il gratin di pane e cavolfiori si accompagna benissimo a secondi ...



    2 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Lara: concordo pienamente, è una delle mie ricette preferite per preparare i carciofi.

    Lara ha detto:
    Carciofi e pangrattato: uno dei miei accostamenti preferitiiiiiiii!!!!!! con questa ricetta poi vengono buonissimiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

    2 commenti su 2
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web