Gnocchi di zucca burro e salvia

    4.6/5 (9 voti)

    Ricette primi piatti verdura

    Gnocchi di zucca burro e salvia


    Gli gnocchi di zucca sono una specialità autunnale e invernale, dal sapore caratteristico, molto particolari, un po' difficili da preparare, ma che vi daranno grande soddisfazione. E' assolutamente necessario scegliere una varietà di zucca poco acquosa, soda e compatta, come ad esempio la Mantovana o la Delica.

    La difficoltà nella preparazione degli gnocchi di zucca è nella lavorazione dell'impasto che deve prendere poca farina, per non diventare duro e attaccarsi al palato. Per non dover aggiungere troppa farina lavorarlo poco, oppure utilizzare una tasca da pasticcere.

    INFORMAZIONI

    • 2 persone
    • 360 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 1 ora e ½
    • ricetta light
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizza un formaggio da grattugia vegetariano al posto del Parmigiano Reggiano.

    PREPARAZIONE

    Preparazione degli gnocchi

    • Lavare la zucca sotto acqua fresca corrente e tagliarla a metà.
    • Eliminare i semi ed i filamenti aiutandosi con un cucchiaio.
    • Eliminare la buccia e tagliarla a fette alte 1 centimetro. Fare molta attenzione a rispettare il peso indicato in ricetta.
    • Mettere le fette di zucca su una teglia foderata con un foglio di carta da forno.
    • Cospargere con un pizzico di sale ed infornare a 160° C per 30-35 minuti. Aprire il forno a metà cottura per far uscire il vapore, così si asciugherà meglio.
    • Per capire se la zucca è pronta schiacciarla con una forchetta: deve essere tenera e spappolarsi.
    • Sfornare e farla raffreddare.
    • Schiacciare la zucca con una forchetta fino ad ottenere un composto cremoso e metterlo in una ciotola.
    • Unire la farina, l'uovo, il Parmigiano grattugiato ed amalgamare.
    • Dividere il composto in piccole parti e lavorarle una per una.
    • Su un tagliere di legno appena infarinato lavorare una parte della pasta fino ad ottenere un rotolino di un paio di centimetri di diametro.
    • Tagliare con un coltello dei pezzetti da due centimetri.
    • Appoggiarli uno alla volta sui denti di una forchetta e rigarli spingendoli delicatamente con il pollice.
    • Disporli su un vassoio infarinato facendo attenzione a che non si tocchino fra loro, altrimenti si attaccano.
    • Se vuoi vedere una guida passo passo di come si preparano e rigano gli gnocchi, clicca qui.


    Alcune note sulla preparazione degli gnocchi

    • E' importante usare meno farina possibile, altrimenti gli gnocchi diventeranno duri. Per questo è bene lavorare piccole porzioni di impasto alla volta.
    • Se non siete molto esperti e non vi riesce di rigare gli gnocchi perchè sono troppo appiccicosi, piuttosto che aggiungere troppa farina cuoceteli senza rigatura, saranno comunque buonissimi.
    • Se il composto è troppo morbido per essere lavorato su un tagliere, si può mettere in una tasca da pasticcere. Al momento di cuocerli far cadere pezzettini di impasto direttamente nell'acqua a bollore. Alternativamente prelevare l'impasto con un cucchiaino e farlo cadere nella pentola aiutandosi con un altro cucchiaino.


    Per completare la preparazione

    • Sciogliere il burro in una capace padella assieme alle foglie di salvia. Spegnere fintanto che non si cominciano a ritirare gli gnocchi.
    • Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata a bollore. La pentola deve essere ampia e contenere molta acqua rispetto alla quantità degli gnocchi. Il fuoco di adeguate dimensioni per mantenere il bollore.
    • Durante la cottura non mescolare troppo spesso e non farlo violentemente. Gli gnocchi sono delicati. Sono cotti quando salgono in superficie. Io solitamente attendo in più un altro mezzo minuto a ritirarli perché mi piace che abbiano raggiunto un certo calore all'interno.
    • Gli gnocchi non si scolano, ma si ritirano con una ramina mettendoli direttamente nella padella del condimento. Anche questa padella deve essere molto ampia e gli gnocchi devono poter essere mantecati delicatamente, utilizzando una paletta, per mescolarli al sugo senza strapazzarli troppo.
    • Rivoltare deliatamente con una paletta gli gnocchi nella padella del condimento per qualche minuto e servire con altro Parmigiano grattugiato.

    STAGIONE

    Gennaio, febbraio, ottobre, novembre, dicembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    APPROFONDIMENTI

    Come si fa... a pulire la zucca? Guida fotografica passo passo.

    I suggerimenti di barbara

    Ottimi, se avanzano, anche il giorno dopo, scaldati nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tendono a scurirsi troppo coprirli con la carta stagnola. La versione pronta per essere gratinata può anche essere congelata. Si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    4 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Marina: esatto! :-)

    Marina ha detto:
    Ciao! volendoli preparare per 4/5 persone devo semplicemente raddoppiare tutte le dosi? quindi 800gr di zucca, 200gr di farina e 2 uova? grazie!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Carlo: secondo le regole del corretto italiano si deve usare "gli" gnocchi, ma è ammesso anche l'uso di "i" gnocchi, quale derivazione del detto popolare, soprattutto del nord italia (al sud si dice correntemente "gli" gnocchi). Cito dal sito della Treccani:

    "Ricordiamo che, davanti ai nessi consonantici complessi (dal diffusissimo st- di stato al rarissimo ft- di ftalato, passando attraverso gli iniziali z, s palatale [sci- e sc(e)], n palatale [gn-], x-, pn-, ps-, pt-, ct-, mn-), la norma prescrive l'uso di lo/gli e di uno/degli."

    http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/grammatica/grammatica_034.html

    Carlo ha detto:
    I GNOCCHI (non GLI gnocchi, gnocco!!!)

    4 commenti su 4
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web