Trova ricetta

Pasta al forno pomodoro e mozzarella

    4.5/5 (2 voti)

    Ricette primi piatti formaggio

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 595 Kcal a porzione
    • difficoltà facile
    • pronta in 45 minuti
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    VARIANTE VEGETARIANA

    Sei vegetariano e vuoi realizzare questa ricetta?

    Utilizza un formaggio da grattugia vegetariano al posto del Parmigiano Reggiano.


    PREPARAZIONE

    1. Scolare la mozzarella dal suo liquido di governo e spezzettarla grossolanamente. Metterla in un colino a perdere l'acqua in eccesso girando e pestando di tanto in tanto con un cucchiaio.
    2. Grattugiare il Parmigiano Reggiano.
    3. Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente.
    4. Metterla in una pirofila ben unta e condirla con l'olio. Mescolare accuratamente ed unire la passata di pomodoro, una manciata di origano, una manciata di timo, metà del Parmigiano Reggiano grattugiato e la mozzarella.
    5. Cospargere con il restante Parmigiano ed infornare per 10-15 minuti nel forno preriscaldato a 200°C. Prolungare la cottura accendendo il grill se è necessario per dorare in superficie.
    6. Lasciare intiepidire 5 minuti e servire.

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il risotto zucca e Gorgonzola è un primo piatto a base di riso dal sapore molto particolare che si crea nel mescolare il dolce della zucca al gusto inconfondibile del Gorgonzola. Per questa ricetta io prediligo la zucca Delica, una varietà soda e compatta, in ...



    I ravioli di caprino al pesto sono una pasta ripiena la cui particolarità è quella di esere preparati non con la pasta all'uovo, ma con un impasto di patate simile a quello degli gnocchi che viene quindi farcito e cotto. I ravioli di caprino al pesto sono ...



    La pasta al forno stracchino e radicchio è un gustoso primo piatto gratinato al forno, caratteristico di autunno e inverno quando il radicchio rosso è al massimo del suo sapore. La pasta al forno stracchino e radicchio può essere preparata un giorno prima e ...



    I ravioli di patate gorgonzola e noci sono un tipo di pasta ripiena realizzata con un impasto a base di farina e patate, anzichè con la classica sfoglia. E' un po' come mangiare degli gnocchi ripieni, soltanto che la pasta viene tirata sottile, farcita e ...



    La polenta al gorgonzola è un piatto che si comincia a gustare con i primi freddi, ottima in autunno e inverno. Il gorgonzola si sposa ottimamente con la polenta creando un piatto dal sapore unico e molto caratteristico. La polenta al gorgonzola può essere ...



    Sono poche le paste al forno che consiglio di preparare in estate, dove si preferisce solitamente la pasta fredda, ma questa ricetta di paccheri alla sorrentina si adatta bene anche alle giornate calde, gustata magari tiepida. Per la preparazione dei paccheri alla sorrentina io ...



    22 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Luigi: si, 2 minuti va bene!

    Luigi ha detto:
    Una curiositá sulla cottura della pasta... quanto tempo prima va tolta dai fornelli? Un paio di minuti prima del tempo indicato va bene?

    Barbara Farinelli ha detto:
    @valeria: io trovo ottima la "Lampomodoro" de "Le conserve della nonna", ma anche la "La Verace" della Cirio o la "Polpa fine" della Valfrutta.

    valeria ha detto:
    Ciao Barbara complimenti per il sito, vorrei sapere che passata uso dato che io non ho ancora trovato quella adatta al mio palato, mi piace meno acquosa. Puoi dirmi la marca. Grazie in anticipo.

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Marco: si, puoi metterla anche senza cuocerla. Se invece ti avanza del sugo che hai già preparato puoi usare anche quello.
    I solitamente uso una passata poco acquosa e dal buon sapore a crudo.
    Un caro saluto!

    Marco ha detto:
    Una domanda: la passata di pomodoro si mette senza cuocer la prima? Saluti e complimenti per il sito...

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Susanna: bene, ne sono molto contenta! :-)

    Susanna ha detto:
    @Barbara Farinelli: grazie :) è venuta veramente ottima!la proporrò qualche domenica a pranzo con gli amici,x noi universitari queste ricette facili e buone sono il massimo!!!!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Susanna: brava, gli hai dato il tuo tocco personale! :-)

    Susanna ha detto:
    In preparazione proprio ora,che fame,sembra già ottima!ma ho variato un po: la salsa preparata con tanta cipolla,ho aggiunto un uovo a testa,ho messo una mozzarella in meno e aggiunto una fetta di mortadella a persona :)

    20 commenti su 22
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web