Trova ricetta

Tronchetti di sfoglia allo stracchino

    5.0/5 (1 voti)

    Ricette primi piatti formaggio

    Tronchetti di sfoglia allo stracchino


    I tronchetti di sfoglia allo stracchino sono rotolini di pasta all'uovo ripieni di crema allo stracchino, aromatizzata con erbe aromatiche come il basilico e la santoreggia. La santoreggia è una pianta erbacea della famiglia delle Labiate, che viene chiamata anche erba pepe per il suo odore, il sapore e l'utilizzo che un tempo se ne faceva, in sostituzione del pepe nero che era molto costoso e difficile da reperire. Se non la trovate, si può sostituire con la maggiorana o con il timo.

    I tronchetti di sfoglia allo stracchino sono ottimi serviti tiepidi. Si possono preparare con un po' di anticipo e passare nel forno solo poco prima di essere gustati.

    INFORMAZIONI

    • 6 persone
    • 600 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 1 ora e ½
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    Per la preparazione del ripieno

    Per la preparazione della besciamella

    Per completare la preparazione

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    Preparazione del ripieno

    1. Lavare le foglie di basilico e la santoreggia. Tamponarle delicatamente con carta da cucina. Metterle in un mixer assieme all'olio e frullare il tutto, a piccoli colpetti, per non surriscaldare gli ingredienti. Tenerli coperti da parte.
    2. Mettere in una ciotola lo stracchino a cubetti e il Parmigiano. Cominciare a mescolare con una forchetta, quindi unire il pesto di erbe aromatiche e mescolare finchè non si è ben amalgamato.

    Preparazione dei tronchetti

    1. In una casseruola bassa, capace di contenere la lunghezza della sfoglia, far bollire l'acqua, salarla e mettervi un filo d'olio.
    2. Lessare le sfoglie un minuto per parte, quindi scolarle e metterle ad asciugare su uno strofinaccio pulito.
    3. Spalmare su ogni sfoglia di lasagna la crema di stracchino, quindi arrotolarle e tagliare i rotoli ottenuti in tronchetti alti circa 3-4 centimetri.

    Preparazione della besciamella

    1. Mettere in una casseruola, preferibilmente antiaderente, il burro e portarla su fiamma media. Quando il burro si è sciolto e comincia a schiumare significa che l'acqua che contiene sta evaporando.
    2. Lasciarlo schiumare per circa un minuto e quando le bollicine cominceranno a diminuire incorporare la farina poco a poco, togliendo il pentolino dal fuoco per qualche istante se il composto tende a scurire troppo e mescolando accuratamente con la frusta affinché non si formino grumi.
    3. Versare il latte a temperatura ambiente, poco per volta, stemperandolo bene.
    4. Alzare la fiamma a fuoco medio e mescolare fino ed ebollizione, quindi aggiungere il Parmigiano e una grattugiata di noce moscata. Regolare di sale.
    5. Proseguire la cottura, mescolando continuamente, fintanto che la besciamella non si addensa.

    Completare la preparazione

    1. Prendere una pirofila capace di contenere tutti i rotolini in piedi, quindi disporre sul fondo uno strato di besciamella.
    2. Disporre i rotolini in piedi, cospargerli con la besciamella rimasta e unire il Parmigiano Reggiano grattugiato.
    3. Infornare nel forno preriscaldato a 180°C per 25 minuti.
    4. Lasciar riposare 5 minuti prima di servire.

    STAGIONE

    Aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Se avanzano, i tronchetti di sfoglia allo stracchino si possono conservare in frigorifero per un giorno. Scaldarli nel forno prima di gustarli. Si possono anche congelare e conservare così per 3 mesi.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Gli gnocchi al Taleggio sono un primo piatto a base di gnocchi e formaggio molto goloso e nutriente, adatto per un pranzo speciale o per le tavole delle feste. Gli gnocchi al Taleggio si possono anche mettere in una pirofila unta di burro, cospargere ...



    Il risotto affumicato è un risotto semplice, ma molto particolare, in cui il sapore della scamorza affumicata e la sua cremosità vengono messe bene in risalto dal riso. Il risotto affumicato è ottimo appena preparato, ma se avanza si può riutilizzare il giorno dopo. Metterlo in una ...



    I cappelletti romagnoli sono una minestra tipica romagnola che viene servita come primo piatto del pranzo di Natale. In questa versione vi proponiamo i cappelletti in bianco, ovvero senza carne nel ripieno. E' la versione che preferiamo e che riteniamo sia più fedele alle sue origini. ...



    La pasta formaggi e pomodorini è un primo piatto ottimo gustato al momento, ma anche nella versione a freddo, diventando così un delizioso primo da gustare al lavoro, oppure ad un picnic, o sulla spiaggia. Se la consumate come piatto unico, senza pane, ma servita ...



    I paccheri ripieni ricotta e bietola sono una pasta al forno dal sapore delicato e caratteristico, arricchito dalla dolcezza della panna e dall'aroma di noce moscata. I paccheri ripieni ricotta e bietola si adattano bene a un pranzo o una cena festosi, anche per una compagnia ...



    Il risotto Brie e zucchine è una ricetta che unisce il sapore dolce delle zucchine a quello cremoso e caratteristico del Brie. Preferire zucchine di piccola dimensione, i cui cubetti non si rompono troppo in cottura.  Il risotto Brie e zucchine è anche un piatto semplice da preparare. Va preparato ...



    La pasta ricotta e noci è un primo piatto molto semplice e veloce da preparare, ma ricco di sapore, di nutrienti e adatto anche alle diete ipocaloriche, soprattutto come piatto unico. La pasta ricotta e noci è ottima, se avanza, anche il giorno dopo, ...



    I passatelli in brodo sono una minestra tipicamente Emiliano Romagnola e Marchigiana, caratteristica del periodo invernale e dei pranzi domenicali. I passatelli sono grossi spaghettoni composti da pangrattato, Parmigiano, uova e noce moscata, ottenuti tramite un apposito ferro, oppure con lo schiacciapatate a fori grossi. ...



    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato