Trova ricetta

Pasta al forno alla siciliana

    2.9/5 (21 voti)

    Ricette primi piatti carne

    Pasta al forno alla siciliana


    La pasta al forno alla siciliana è un primo piatto a base di pasta tipico della Sicilia, realizzata con ragù di carne di maiale, uovo, formaggio primo sale e pecorino siciliano. Tipica della tavola delle feste, saprà conquistarvi con il suo gusto ricco e avvolgente.

    La pasta al forno alla siciliana può essere preparata in anticipo e infornata soltanto prima di gustarla. Per questo è molto adatta ai pranzi o alle cene numerose: ci lascia più tempo da passare con gli ospiti.

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 600 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore e ½
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    INGREDIENTI

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    1. Mettere in una piccola pentola l'olio, la cipolla tritata finemente, portarla sul fuoco e farla soffriggere a fiamma media.
    2. Quando si sarà ben dorata aggiungere la carne e alzare la fiamma.
    3. Far colorire la carne e bagnare con il vino rosso. Farlo evaporare completamente girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A fine cottura assaggiare e regolare di sale.
    4. Aggiungere la passata di pomodoro, un pizzico di sale, mescolare bene e far cuocere a fiamma bassa per 1 ora dalla ripresa del bollore.
    5. Nel frattempo sbattere le uova in un piatto e unirvi una manciata di pepe e metà pecorino grattugiato.
    6. Tagliare il formaggio primo sale a fettine.
    7. Preriscaldare il forno a 200° C.
    8. Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla piuttosto al dente.
    9. Condirla in una terrina con il ragù.
    10. Ungere una pirofila e disporre sul fondo uno strato di pasta. Unire un po’ di pangrattato, le fettine di formaggio e qualche cucchiaiata d’uovo.
    11. Alternare gli ingredienti fino ad esaurirli. Terminare con il Pecorino grattugiato rimasto.
    12. Cuocere nel forno caldo per 40 minuti. Verso fine cottura, se non si è gratinata a sufficienza, accendere il grill.

    PASTA DI ABBINAMENTO IDEALE

    Caserecce, rigatoni, paccheri

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da Barbara Farinelli. Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    Ricette correlate


    Il ragù napoletano è il sugo per eccellenza della tradizione partenopea, quello che tutte le mamme cucinano la domenica mattina, quello che accompagna i giorni di festa e che riunisce le famiglie tutte intorno allo stesso tavolo. Esistono così tante varianti di ragù napoletano che ...



    Gli spaghetti all'amatriciana sono un primo piatto tipico del comune di Amatrice e si preparano con pochi semplici ingredienti del luogo come il guanciale, i pomodori e il pecorino. E' proprio nella sua semplicità, nella qualità delle materie prime e del rigoroso metodo di preparazione ...



    I tortellini alla panna sono la variante golosa dei tortellini in brodo, quella solitamente più apprezzata dai bambini, ma a volte anche dagli adulti :-) Il tempo di preparazione dei tortellini alla panna non comprende quello necessario a fare i tortellini (2 ore) e il brodo (3 ...



    I tortellini in brodo sono un classico della cucina bolognese, che per tradizione si preparano nel periodo natalizio, soprattutto serviti il giorno di Natale, nel brodo di cappone. La ricetta da noi utilizzata è quella del "vero tortellino bolognese" depositata presso la Camera di Commercio ...



    La pasta salsiccia, porcini e Sbrinz è un primo piatto ricco e goloso, dove sono protagonisti i funghi porcini e la salsiccia. Una grattugiata di formaggio Sbrinz completa il tutto con il suo particolare aroma. E' un formaggio svizzero ormai piuttosto diffuso, ma se non ...



    La lasagna napoletana di Carnevale è un ricco piatto napoletano che si gusta di tradizione il martedì grasso. E' un piatto unico, che nella sua versione più classica è davvero estremamente abbondante, come gran parte dei piatti di tradizione napoletana. La lasagna napoletana di ...



    La gramigna alla salsiccia è una specialità emiliana realizzata con pasta all'uovo, panna e salsiccia. Un piccolo soffritto di cipolla molto fine completa il gusto pieno e deciso di questo piatto. La gramigna è un formato di pasta tipicamente emiliano, bucato e di taglio ...



    La gramigna al sugo di salsiccia è un primo piatto gustoso, particolarmente ricco, adatto alle occasioni speciali nonostante sia una ricetta semplice e veloce da preparare. La gramigna è un formato di pasta tipicamente emiliano, bucato e di taglio corto, dalla caratteristica forma a ...



    6 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @aurelia castrogiovanni: se me la mandi me la leggo volentieri!

    aurelia castrogiovanni ha detto:
    volete la mia ricetta di pasta al forno siciliana ?
    se e' affermativo richiedetemela e pubblicatela
    grazie

    Paola V ha detto:
    Grazie dei consigli, riproverò!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Paola V: il primosale che uso solitamente io rimane piuttosto morbido, strano che il tuo sia diventato elastico. Ottimo il consiglio di Giulia: se non trovi il pecorino siciliano sostituisci con il Parmigiano Reggiano perchè la ricotta salata tende a seccare.

    giulia ha detto:
    @Paola V: Invece del primosale e pecorino, prova con mozzarella e parmigiano! Sembra strano ma mio padre è siciliano e la fa così. Il ragù invece lo facciamo un pò diverso: cubetti di lonza, soffritto e oltre al pomodoro ci aggiungiamo i piselli (niente vino e uova). Buon Appetito!

    Paola V ha detto:
    Ciao, la pasta mi piace sempre e comunque, però questa non mi ha convinta molto, magari ho sbagliato qualcosa: il primosale non si scioglie per niente, diventa elastico, poi non avendo trovato il pecorino siciliano da grattuggiare, mi è stata consigliata la ricotta salata, che pure è rimasta asciutta, secca. Il sugo era invece gadevole. Comunque, ripeto, l'ho mangiata ben volentieri.

    6 commenti su 6
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web