Pasta al forno alla siciliana

    0.0/5 (0 voti)

    Ricette primi piatti carne

    Pasta al forno alla siciliana


    La pasta al forno alla siciliana è un primo piatto a base di pasta tipico della Sicilia, realizzata con ragù di carne di maiale, uovo, formaggio primo sale e pecorino siciliano. Tipica della tavola delle feste, saprà conquistarvi con il suo gusto ricco e avvolgente.

    La pasta al forno alla siciliana può essere preparata in anticipo e infornata soltanto prima di gustarla. Per questo è molto adatta ai pranzi o alle cene numerose: ci lascia più tempo da passare con gli ospiti.

    INGREDIENTI

    INFORMAZIONI

    • 4 persone
    • 600 Kcal a porzione
    • difficoltà media
    • pronta in 2 ore e ½
    • si può preparare in anticipo
    • si può mangiare fuori

    In quanti siete?

    Dimmelo e ti ricalcolerò gli ingredienti!

        

    PREPARAZIONE

    • Mettere in una piccola pentola l'olio, la cipolla tritata finemente, portarla sul fuoco e farla soffriggere su fiamma media.
    • Quando si sarà ben dorata aggiungere la carne ed alzare la fiamma. Far colorire la carne e bagnare con due dita di vino rosso. Farlo evaporare completamente girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A fine cottura assaggiare e regolare di sale.
    • Aggiungere la passata di pomodoro, un pizzico di sale, mescolare bene e far cuocere a fiamma bassa per 1 ora dalla ripresa del bollore.
    • Nel frattempo sbattere le uova in un piatto e unirvi una manciata di pepe e metà pecorino grattugiato.
    • Tagliare il formaggio primo sale a fettine.
    • Preriscaldare il forno a 200° C.
    • Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla piuttosto al dente.
    • Condirla in una terrina con il ragù.
    • Ungere una pirofila e disporre sul fondo uno strato di pasta. Unire un po’ del pangrattato, le fettine di formaggio e qualche cucchiaiata d’uovo.
    • Alternare gli ingredienti fino ad esaurirli. Terminare con il Pecorino grattugiato rimasto.
    • Cuocere nel forno caldo per 40 minuti. Verso fine cottura, se non si è gratinata a sufficienza, accendere il grill.

    PASTA DI ABBINAMENTO IDEALE

    Caserecce, rigatoni, paccheri

    STAGIONE

    Ricetta per tutte le stagioni.

    AUTORE

    Ricetta realizzata da . Fotografia di Giovanni Caprilli. Tutti i diritti riservati.

    I suggerimenti di barbara

    Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. E' possibile anche congelarla, si conserva così per 3 mesi circa. Al momento di consumarla metterla nel frigorifero la sera prima e scaldarla al momento di mangiarla nel forno come descritto in precedenza.


    www.lospicchiodaglio.it


    6 commenti su questa ricetta

    Barbara Farinelli ha detto:
    @aurelia castrogiovanni: se me la mandi me la leggo volentieri!

    aurelia castrogiovanni ha detto:
    volete la mia ricetta di pasta al forno siciliana ?
    se e' affermativo richiedetemela e pubblicatela
    grazie

    Paola V ha detto:
    Grazie dei consigli, riproverò!

    Barbara Farinelli ha detto:
    @Paola V: il primosale che uso solitamente io rimane piuttosto morbido, strano che il tuo sia diventato elastico. Ottimo il consiglio di Giulia: se non trovi il pecorino siciliano sostituisci con il Parmigiano Reggiano perchè la ricotta salata tende a seccare.

    giulia ha detto:
    @Paola V: Invece del primosale e pecorino, prova con mozzarella e parmigiano! Sembra strano ma mio padre è siciliano e la fa così. Il ragù invece lo facciamo un pò diverso: cubetti di lonza, soffritto e oltre al pomodoro ci aggiungiamo i piselli (niente vino e uova). Buon Appetito!

    Paola V ha detto:
    Ciao, la pasta mi piace sempre e comunque, però questa non mi ha convinta molto, magari ho sbagliato qualcosa: il primosale non si scioglie per niente, diventa elastico, poi non avendo trovato il pecorino siciliano da grattuggiare, mi è stata consigliata la ricotta salata, che pure è rimasta asciutta, secca. Il sugo era invece gadevole. Comunque, ripeto, l'ho mangiata ben volentieri.

    6 commenti su 6
     

    Lascia un commento!!!

    richiesto

    richiesto, non sarà pubblicato

    il tuo sito web